Man on Fire – Il fuoco della vendetta, una storia vera ha ispirato il film?

Man on Fire - Il fuoco della vendetta ritorna questa sera, 6 aprile 2024, su Rai 4 alle 21:20. Il film si addentra nei temi del rapimento e del riscatto, elementi purtroppo presenti anche nella nostra realtà quotidiana, sebbene non siano spesso oggetto di discussione. Il film sembra trarre ispirazione da eventi realmente accaduti.
Dakota Fanning (Lupita) e Denzel Washington (John Creasy) in una scena del film Man on Fire - Il fuoco della vendetta

Man on Fire – Il fuoco della vendetta del 2004, con Denzel Washington all’apice della sua carriera e una piccola Dakota Fanning, torna il 6 aprile 2024 su Rai 4 alle ore 21.20. Questo film, diretto da Tony Scott, è un remake di Kidnapping – Pericolo in agguato (1987), e entrambi traggono ispirazione dal romanzo Man on Fire di A.J. Quinnell. A differenza del libro e del suo primo adattamento cinematografico, ambientati in Italia, il film si svolge a Città del Messico. Tony Scott scelse questa location per riflettere l’alta incidenza di rapimenti registrata in quegli anni, conferendo al film un senso di realismo e rilevanza sociale oltre al puro intrattenimento.

Di cosa parla Man on Fire – Il fuoco della vendetta

Man on Fire narra la vicenda di John Creasy, ex agente della CIA che cerca rifugio nell’alcol per dimenticare i tormenti del suo passato. Un vecchio amico, nel tentativo di aiutarlo a rimettersi in sesto, gli propone un lavoro: proteggere la famiglia Ramos, in particolare la piccola Lupita, in un contesto dove i rapimenti di bambini sono un fenomeno quotidiano, ovvero a Città del Messico. Sebbene inizialmente esitante, Creasy accetta l’incarico e, col tempo, si affeziona profondamente alla bambina. La serenità viene bruscamente interrotta quando Lupita viene rapita sotto gli occhi di Creasy. Da quel momento, egli inizia una spietata caccia all’uomo, risvegliando il suo istinto assassino per salvare la ragazza e riportarla alla sua famiglia, sana e salva.

Una storia vera ha ispirato Man on Fire?

Man on Fire, il romanzo di A.J. Quinnell, trae ispirazione da due drammatici eventi di rapimento e riscatto. Il primo episodio si svolge a Singapore, dove il figlio di un influente uomo d’affari viene rapito. Nonostante le richieste di riscatto, il magnate decide di non pagare, portando alla tragica morte del figlio. Questa dolorosa scelta viene fatta per proteggere il resto dei suoi figli da futuri rapimenti, una decisione che, purtroppo, si rivela efficace.

Il secondo evento è il noto caso Getty in Italia, nel 1973, da cui Ridley Scott ha tratto un film, che ha influenzato l’ambientazione del romanzo. Paul Getty, nipote del magnate petrolifero John Paul Getty, viene rapito dalla ‘ndrangheta a Roma all’età di sedici anni. Inizialmente, il nonno rifiuta di pagare il riscatto di 17 milioni di dollari, credendo si tratti di uno stratagemma del nipote libertino per estorcere denaro. Tuttavia, la situazione cambia quando i rapitori inviano ai giornali un orecchio e ciocche di capelli di Paul, convincendo il nonno della gravità della situazione. Alla fine, John Paul Getty, insieme a suo figlio e alla nuora, organizza il pagamento del riscatto, portando al rilascio di Paul nel dicembre del 1973.

E voi sapevate che Man on Fire – Il fuoco della vendetta si ispirasse a questi tragici eventi? Fatelo sapere nei commenti attraverso i nostri social. Per rimanere aggiornati sulle novità riguardo al cinema e le serie tv ricordate di salvare tra i preferiti la pagina CiakClub.

Facebook
Twitter