Maestro: Bradley Cooper suona davvero il pianoforte nel film?

Tuttofare nella realizzazione di Maestro, nuovo film originale Netflix, Bradley Cooper offre un’interpretazione del tutto immersiva per restituire al meglio ogni sfaccettatura di Leonard Bernstein, anche durante le esibizioni al pianoforte e davanti all’orchestra.
Bradley Cooper (Leonard Bernstein) in una scena del film Maestro

Su Netflix è arrivato Maestro, il nuovo biopic a tema musicale presentato a Venezia 80 ed apprezzato dalla critica soprattutto per la prova attoriale di Bradley Cooper che nel film interpreta Leonard Bernstein. Ma nell’indossare i panni del famoso compositore del ‘900 l’attore suona davvero il pianoforte?

Il film segue le vicende dell’artista, diviso tra la talentuosa carriera da direttore d’orchestra, nonostante i molti ostacoli per la sua origine ebrea, e la vita sentimentale al centro di continui scandali. Bernstein ha infatti tenuto nascosta a lungo la sua omosessualità e questo ha ovviemente minato la relazione ed il matrimonio con l’attrice Felicia Montealegre. Questo non ha impedito al compositore di diventare il più giovane di sempre a dirigere la New York Philharmonic.

Regista, sceneggiatore e produttore del film, Bradley Cooper è impegnato a tutto tondo nella realizzazione del film e nel rappresentare al meglio il personaggio, finendo persino al centro di alcune critiche per il trucco prostetico utilizzato. A parte le questioni lontane dal set, l’attore ha impiegato ben sei anni ad imparare le movenze del direttore d’orchestra, ma non è tutto.

Per conferire ancora più veridicità alle scene e puntare all’eccellenza, Cooper, quando appare davanti ad un pianoforte, suona effettivamente lo strumento. Insieme a Brian Clements, che interpreta l’amico Aaron Copland, ha imparato a suonare il pezzo da eseguire in una particolare scena, in modo da evitare l’utilizzo di una controfigura e gli inevitabili tagli. Ciò nonostante, il brano che sente lo spettatore non è comunque eseguito dall’attore che ha sovrapposto una versione, a suo dire, migliore.

Quindi, anche se nella resa finale non è possibile godere dell’esibizione reale di Bradley Cooper, la scena risulta in ogni caso più autentica e conferma il perfezionismo ricercato sul set, dove era vietato sedersi. Maestro è disponibile su Netflix dal 20 dicembre.

Facebook
Twitter