L’ultimo dei Mohicani, il film è ispirato ad una storia vera?

Stasera andrà in onda su Cielo TV L’ultimo dei Mohicani, film di Michael Mann con protagonista Daniel Day-Lewis nei panni di Nathaniel “Occhio di falco”. Tratta dal romanzo di James Fenimore Cooper, la pellicola trae ispirazione da una storia vera, un evento che ebbe luogo appunto durante la guerra dei sette anni. Scopriamola insieme.
Daniel Day-Lewis in un'immagine de L’ultimo dei Mohicani

Nel 1992 Michael Mann diresse uno dei film più apprezzati della sua filmografia, che lo stesso anno ottenne un premio Oscar per il miglior sonoro. Stiamo parlando ovviamente de L’ultimo dei Mohicani, pellicola con protagonista uno straordinario Daniel Day-Lewis nei panni di Nathaniel “Occhio di falco”. Il film è tratto dall’omonimo romanzo di James Fenimore Cooper, e tra oltretutto ispirazione da due film ad esso precedenti: l’omonimo, anche questo, diretto da Clarence Brown e Maurice Tourneur e Il re dei pellirosse, del regista George B. Seitz. 

Se ancora non lo avete visto, o aveste invece il piacere di vederlo nuovamente, stasera sarà in onda su Cielo TV alle 21.15. Quale migliore occasione quindi per parlare della storia vera, purtroppo, che ha ispirato prima il romanzo e poi il film di Michael Mann. Quella raccontata nella pellicola è una storia ambientata nel 1757, che vede appunto per protagonista Nathaniel “Occhio di falco”, al fianco della tribù dei Mohicani che lo ha adottato. Nathaniel è infatti un bianco di famiglia inglese, che, rimasto orfano, vive fin da quando era bambino con Chingachgook e suo figlio Uncas.

In quegli anni francesi e inglesi combattevano per i territori nord americani nella guerra dei sette anni, e i nativi americani che vivevano in quelle terre, furono costretti ad abbandonarle per avere salva la vita. Questo è il contesto in cui svolge L’ultimo dei Mohicani, e sebbene alcune linee narrative siano romanzate o completamente inventate, così come alcuni personaggi, il film trae ispirazione dall’assedio e il massacro di Fort William Henry. Il 3 Agosto 1757, i francesi, capitanati dal marchese Montcalm, assediarono Fort William Henry con l’aiuto dei nativi americani, approfittando delle poche forze britanniche rimaste a difenderlo.

A capo delle forze militari a difesa di Fort Henry c’era il generale Munro, personaggio presente anche nel film, che, dopo sei giorni di assedio, dichiarò inevitabilmente la resa. Quello alla base della storia che ha ispirato la sceneggiatura di Michael Mann, fu un evento particolarmente sanguinoso, in cui migliaia di soldati persero la vita. 

E voi sapevate la vera storia che ha ispirato L’ultimo dei Mohicani? Coglierete l’occasione di vederlo stasera su Cielo TV? Intanto, se siete curiosi di sapere il nostro parere su Ferrari, ultima pellicola di Michael Mann, questa è la nostra recensione.

Facebook
Twitter