La famiglia Bélier: una storia vera ha ispirato il film?

La famiglia Bélier è composta da quattro persone: i genitori, il fratello minore e Paula, la figlia maggiore. Tutti, tranne Paula, sono sordi e comunicano con il linguaggio dei segni. Il film è una commovente storia di amore, crescita e libertà, che si basa sul libro autobiografico Les mots qu’on ne me dit pas di Véronique Poulain, la vera Paula.
Il cast de La famiglia Belier nel poster del film

Se siete alla ricerca di un film che vi faccia ridere e commuovere allo stesso tempo, non potete perdervi La famiglia Bélier. Il film è una commedia drammatica francese del 2014 diretta da Éric Lartigau e interpretata da Louane Emera, Karin Viard, François Damiens e Éric Elmosnino. 

La pellicola, stasera 13/11/2023 in onda su Cielo alle 21.15, racconta la storia di una famiglia in cui tutti i membri, tranne la figlia maggiore, sono sordi. Paula, infatti, è l’unica udente della famiglia e si occupa di tradurre per loro il mondo esterno, tra scuola, lavoro e vita sociale. Ma quando scopre di avere una voce straordinaria e si innamora del suo professore di musica, dovrà scegliere tra seguire il suo sogno e restare accanto alla sua famiglia.

Se nel frattempo volete sapere cosa ne pensiamo più nello specifico di La famiglia Bélier, trovate la nostra recensione approfondita del film.

Ma quanto c’è di vero in questa storia? Il film si basa su un libro autobiografico scritto da Véronique Poulain. Il titolo originale dell’opera è Les mots qu’on ne me dit pas (letteralmente “Le parole che non mi dicono”). L’autrice racconta la sua esperienza personale, dall’infanzia fino alla vita adulta. L’autrice è infatti cresciuta con i genitori e lo zio, entrambi affetti da sordità. Il libro esplora quindi la crescita della ragazza tra difficoltà, gioie e affetti. Il libro è stato scoperto dalla sceneggiatrice Victoria Bedos, che ha deciso di trasformarlo in una sceneggiatura insieme a Stanislas Carré de Malberg. 

Tuttavia, il film non è una trasposizione fedele del libro. La famiglia Bélier ne riprende solo alcuni elementi, come il contesto familiare, la passione per il canto e il rapporto con il professore di musica. Il resto è frutto della fantasia degli sceneggiatori, che hanno voluto creare una storia più leggera e divertente, ma anche più commovente e universale. La famiglia Bélier ha avuto un grande successo di pubblico e di critica, vincendo due premi César nel 2015, uno per la migliore attrice non protagonista (Karin Viard) e uno per la migliore promessa femminile (Louane Emera). 

Il film ha saputo colpire grazie alla sua capacità di trattare il tema della sordità con ironia e sensibilità, senza cadere negli stereotipi o nella commiserazione. La famiglia Bélier ha anche ispirato un remake americano, CODA – I segni del cuore, uscito nel 2021 e vincitore di tre Oscar. Restando in tema, la nuova edizione avrà un nuovo regolamento che potrebbe escludere alcune pellicole dalla premiazione. Tutte le novità nel nostro articolo.

Se volete scoprire questa storia di famiglia, di musica e di amore, non perdetevi La famiglia Bélier stasera su Cielo alle 21:15.

Facebook
Twitter