Killers of the Flower Moon, chi interpreta Brendan Fraser?

Quando un film racconta una storia vera è sempre interessante approfondire i personaggi che danno vita alla vicenda. Questo vale anche per Killers of the Flower Moon, un racconto crudo di una realtà fatta di bugie, omicidi e violenza. Tra i tanti personaggi qui ci soffermiamo su quello interpretato da Brendan Fraser.
Robert De Niro e Brendan Fraser in una scena del film Killers of the Flower Moon

Killers of the Flower Moon è l’ultima fatica del regista Martin Scorsese. Recentemente sbarcato in sala, il film traspone dei fatti realmente accaduti durante gli anni ‘20. Tra i vari colossi del cast troviamo un attore recentemente tornato alla ribalta, Brendan Fraser. L’interprete è riapparso sul grande schermo dopo anni con la pellicola The Whale diretta da Darren Aronofsky. Nel film di scorsese l’attore interpreta l’avvocato W. S. Hamilton.

Il ruolo dell’attore premio Oscar fu vittima di un particolare evento. Durante la presentazione del film al Festival di Cannes, si sparse la voce che in realtà l’attore non avrebbe fatto parte del cast. Ciò che accadde è che semplicemente ci fu una svista all’interno di una mail destinata alla stampa. Il nome di Fraser, insieme a quello di John Lithgow, non venne inserito all’interno della mail spingendo tutti a credere che la sua parte venne in qualche modo tagliata.

Fortunatamente fu uno spiacevole fraintendimento. L’attore infatti compare, anche se per pochi minuti, nel ruolo dell’avvocato ingaggiato da William Hale per difendersi dalle terribile accuse che lo vedono come il principale mandante degli omicidi di Osage. A differenza di alcuni personaggi come quello di De Niro, del quale vi raccontiamo la storia vera in questo articolo, Hamilton è un personaggio di finzione ispirato dal vero avvocato di Hale. In realtà quest’ultimo si fece difendere da una squadra di legali, ma non essendoci altri ruoli del genere nel film, probabilmente quello di Fraser ingloba un pò tutte queste figure.

Ciò che fecero gli avvocati nella realtà fu cercare di convincere il complice di Hale a non testimoniare contro di lui. Inoltre combatterono per permettere al loro cliente di avere un processo con più vantaggi possibili. Cercarono infatti di far sì che il caso venisse discusso in un tribunale nella giurisdizione dell’Oklahoma, luogo nel quale Hale aveva molta influenza. Riuscirono ad ottenere questo beneficio che venne però cancellato dalla presenza di un giudice federale.

Se volete approfondire l’argomento, vi lasciamo qui la tragica storia vera raccontata da Scorsese in Killers of the Flower Moon. Se invece siete già riusciti a recuperare il film in sala vi chiediamo di dirci cosa ne pensate con un commento.

Facebook
Twitter