Kidnap: una storia vera ha ispirato il film con Halle Berry?

Quando si parla di thriller adrenalinici, pochi titoli riescono a tenere lo spettatore incollato alla sedia come Kidnap, il film del 2017 con Halle Berry. La trama avvincente e i colpi di scena ci fanno chiedere: questa storia incredibile è ispirata a eventi reali? Scopriamolo insieme. E se ve lo siete perso, recuperate Kidnap questa sera in chiaro!
Halle Berry in una scena del film Kidnap

Quando si parla di thriller adrenalinici, pochi titoli riescono a tenere lo spettatore incollato alla sedia come Kidnap, il film del 2017 con Halle Berry protagonista. Tra inseguimenti mozzafiato e colpi di scena inaspettati, una domanda sorge spontanea: questa storia incredibile è forse ispirata a eventi realmente accaduti? Addentriamoci in questo mistero cinematografico e scopriamo la verità. E nel caso vi foste persi il film, non preoccupatevi. Potete recuperare Kidnap questa sera su Rai 4!

Di cosa parla Kidnap

Kidnap racconta la storia di Karla Dyson, una madre single che si ritrova a vivere il peggior incubo di ogni genitore: il rapimento del proprio figlio. Durante una giornata apparentemente normale in un parco, Karla perde di vista suo figlio, Frankie, per un attimo, solo per vedere un’auto misteriosa sfrecciare via con lui a bordo. Da quel momento, Karla si trasforma in una moderna eroina d’azione, lanciandosi in una frenetica corsa contro il tempo per salvare suo figlio dalle grinfie dei rapitori.

Il film non risparmia scene di alta tensione, inseguimenti a tutta velocità e momenti di pura disperazione. Halle Berry (che ricorderete in Catwoman, di cui trovate un analisi), nel ruolo di Karla, offre una performance intensa e commovente, che porta il pubblico a empatizzare profondamente con il suo personaggio e a condividere la sua angoscia. Ma l’intensità della trama ci porta a chiederci: c’è forse una storia vera dietro a tutto questo?

Una storia vera ha ispirato Kidnap?

La risposta breve è no. Kidnap non si basa su di una specifica storia vera. Tuttavia, il film riesce a catturare quel senso di angoscia e panico che molti genitori possono aver provato, anche solo per un momento, quando hanno perso di vista i loro figli in un luogo pubblico. Secondo quanto riportato da Bustle, la trama di Kidnap non è stata ispirata da un singolo evento reale, ma piuttosto sembra riflettere una serie di episodi di cronaca che purtroppo riempiono i notiziari di tutto il mondo.

La sensazione di urgenza e di terrore è universale e tocca corde profonde nell’animo umano, rendendo la storia di Karla e Frankie particolarmente realistica e credibile. Il regista del film, Luis Prieto, e lo sceneggiatore Knate Lee, hanno voluto creare una storia che, pur non essendo basata su fatti reali, risultasse comunque verosimile e capace di generare empatia. E possiamo dire che ci sono riusciti in pieno. Nonostante la mancanza di un vero evento alla base della trama, Kidnap è riuscito a colpire nel segno grazie alla sua autenticità emotiva. 

Inoltre, il tema del rapimento di minori è purtroppo una realtà che esiste e che preoccupa profondamente. Sebbene Kidnap sia una finzione, rispecchia una paura concreta e diffusa, che è probabilmente uno dei motivi per cui il film riesce a coinvolgere così tanto il pubblico. La pellicola è una perfetta miscela di finzione e plausibilità, che sfrutta paure reali per creare una narrazione avvincente e coinvolgente. Il fatto che non sia basato su una storia vera non diminuisce il suo impatto, anzi, permette agli autori di esplorare le emozioni umane in modi che un resoconto documentaristico non potrebbe fare.

Kidnap ci offre un’emozionante corsa su montagne russe emotive. Non perdetevelo, e rimanete informati su CiakClub.it

Facebook
Twitter