K-19: la storia vera del sottomarino russo scomparso nel nulla

In onda questa sera K-19 di Kathryn Bigelow. Un’opera storica ispirata ad avvenimenti realmente accaduti durante la Guerra Fredda. La pellicola della Bigelow racconta la storia del sottomarino K-19 che, a causa di un incidente, provocò la morte di alcuni membri del suo equipaggio.
Liam Neeson e Harrison Ford in una scena del film K-19

In onda questa sera, 4 dicembre 2023, alle ore 22:45 su La7 K-19, pellicola del 2002 diretta dalla bravissima Kathryn Bigelow.

Il film è ambientato negli anni ’60, in piena Guerra Fredda. Dopo aver ricevuto l’ordine di sostituire il suo collega Mikhail Polenin (Liam Neeson), Il capitano Alexsei Vostrikov (Harrison Ford) prende le redini del sottomarino K-19 guidandolo verso le coste degli Stati Uniti con l’obiettivo di dimostrare la superiorità dell’armamentario sovietico su quello americano. Qualcosa va però storto: il reattore nucleare del sottomarino si guasta e c’è il rischio di innescare un’esplosione di proporzioni bibliche.

La Bigelow, di cui di recente abbiamo riscoperto la carriera, percorre nuovi sentieri cinematografici passando dalla fantascienza al film storico. K-19 è infatti ispirato ad un avvenimento realmente accaduto durante la Guerra Fredda.

Il K-19 era un sottomarino sovietico di classe Hotel, vale a dire sottomarini bellici equipaggiati con missili nucleari balistici. Il 4 luglio 1961 il capitano Nikolaj Vladimirovič Zateev fu incaricato di condurre delle esercitazioni nell’Atlantico settentrionale. Al suo ritorno il sottomarino riportava però un’avaria all’impianto di raffreddamento del reattore nucleare e l’equipaggio fu costretto a tornare in superfice. Il sottomarino fu fatto evacuare e riportato al campo base per riparare i danni e sostituire i reattori danneggiati. Il guasto era stato causato durante la sua costruzione da una goccia da saldatura caduta nell’impianto di raffreddamento del reattore di poppa.

A Mosca l’incidente non fu visto di buon occhio ai piani superiori e si decise di insabbiare il caso. La faccenda è stata resa pubblica soltanto 30 anni dopo: 8 membri dell’equipaggio del K-19 sono morti per aver assorbito un quantitativo letale di radiazioni, mentre molti altri sono stati costretti a sottoporsi a trapianti di midollo e trasfusioni di sangue.

K-19 di Kathryn Bigelow è una pellicola dolorosa che riflette sulla cecità del potere e sull’abnegazione del patriottismo. Un film sull’eterna guerra tra Russia e USA, sul cui tema di recente abbiamo stilato una lista di 10 film!

Facebook
Twitter