Jumper – Senza confini è davvero il peggior film di Hayden Christensen?

Questa sera, 10 ottobre, va in onda su Rai Movie Jumper – Senza confini, pellicola di fantascienza del 2008. Hayden Christensen e Jamie Bell saranno impegnati in una lotta all’ultimo sangue contro i Paladini guidati da un ottimo villain interpretato da Samuel L. Jackson, con tanto di capelli biondo ossigenato.
Hayden Christensen e Rachel Bilson in Jumper - Senza confini

Alle 21:10 su Rai Movie potrete trascorrere la serata in compagnia di Hayden Christensen e Rachel Bilson, protagonisti di Jumper – Senza confini. Anakin Skywalker e la star di The O.C., che hanno fatto coppia fino al 2018, si conobbero proprio sul set di questo film. Nel cast abbiamo anche Jamie Bell, che ricorderete per Billy Elliot, che interpreta Griffin, un ragazzo dotato degli stessi poteri del protagonista David.

Griffin e David sono infatti dei Jumper, uomini capaci di teletrasportarsi in qualunque luogo desiderino. Il David di Christensen, tornato come Anakin in Ahsoka (qui vi lasciamo la nostra recensione) è venuto a conoscenza delle proprie capacità da bambino e fin da allora le ha sfruttate per sfuggire dalla sua infelice infanzia, trascorrendo la propria esistenza tra un furto e l’altro, tra una città del mondo e l’altra. L’incontro con Griffin gli aprirà però gli occhi sull’uso indiscriminato che ha sempre fatto del proprio potere e sulla realtà che ne sta dietro di cui è sempre stato ignaro.

I cosiddetti Paladini, guidati da Roland a cui dà il volto Samuel L. Jackson (qui le sue ultime dichiarazioni su Nick Fury), sono infatti a caccia dei Jumper da secoli. Si tratta di una setta di fanatici che ritengono individui blasfemi tutti coloro che siano in grado di teletrasportarsi e di poter essere quindi praticamente onnipresenti in ogni luogo del mondo. David capirà quindi di trovarsi in imminente pericolo, come tutte le persone a lui vicine. Unirà quindi le forze con Griffin per sconfiggere i Paladini una volta per tutte.

Nonostante la grande campagna di marketing impiegata per il release e i notevoli nomi del cast, Jumper – Senza confini non ottenne il successo sperato, considerando anche il pessimo rating su Rotten Tomatoes. Almeno per quanto riguarda le reazioni della critica, che lo giudicò come un vero e proprio spreco di un progetto dalle ottime potenzialità. Con un budget di circa 80 milioni di dollari, il ricavo ottenuto negli Stati Uniti ha portato giusto ad una copertura delle spese e fermandosi poco sopra i 200 milioni al box-office globale. Il pubblico sembrerebbe quindi aver apprezzato maggiormente l’operazione sci-fi, che risulta però troppo poco audace nella resa. Vi ricordiamo inoltre che Steven Gould, autore del romanzo a cui il film si ispira, di romanzi sul tema ne pubblicò poi altri tre.

Facebook
Twitter