Jennifer Lawrence e Meryl Streep si scagliano contro Weinstein

Jennifer Lawrence e Meryl Streep si scagliano contro Harvey Weinstein. Il produttore, stando a quanto sostengono, avrebbe usato le loro stesse parole per difendersi dalle accuse di molestie sessuali. La Streep è intervenuta, sottolineando che “l‘uso delle mie dichiarazioni compiuto dagli avvocati di Weinstein – ovvero che non è stato trasgressivo sessualmente e non ha compiuto abusi fisici durante la nostra collaborazione professionale – come dimostrazione che non ha avuto comportamenti scorretti con molte altre donne è patetico e una forma di sfruttamento”. Questo la posizione dell’attrice premio Oscar, che ha poi continuato senza mezzi termini: “Le azioni criminali, commesse sui corpi di queste donne, di cui è accusato sono una sua responsabilità e se c’è ancora un po’ di giustizia pagherà per quanto ha fatto, a prescindere da quanti bei film fatti da molte brave persone è stato abbastanza fortunato da distribuire e finanziare“.

Jennifer Lawrence
Meryl Streep con in mano uno dei suoi tanti Oscar

È stato poi il turno di Jennifer Lawrence, prossimamente al cinema con Red Sparrow, la quale ha rilasciato un comunicato ufficiale: “Lui e la sua società stanno continuando a fare quello che hanno sempre fatto, – sostiene l’attrice – ovvero togliere le cose dal loro contesto e usarle per i propri scopi. È la tattica usata dai predatori ed è una situazione che deve finire. Anche se non sono stata personalmente una vittima del produttore, sostengo le donne che sono sopravvissute ai suoi terribili abusi e le apprezzo perché usano tutti i mezzi a loro disposizione per ottenere giustizia”.

Jennifer Lawrence
Jennifer Lawrence in un’inquadratura tratta da Red Sparrow

Weinstein ha ammesso di aver fatto delle avances ad alcune attrici; ha negato, però, di essersi reso protagonista di molestie ed aggressioni sessuali. Eppure, da ottobre più di 60 donne hanno denunciato il fondatore della Weinstein Company. Il produttore è indagato sia negli USA che in Inghilterra.

Facebook
Twitter