Jean-Claude Van Damme annuncia il ritiro dalle scene con un ultimo film

Jean-Claude Van Damme, attore e artista marziale belga che ha preso parte da protagonista a numerosi film action sin dagli anni ’80, vestirà i panni dal protagonista per un’ultima volta in What’s My Name?, diretto da Jeremy Zag.
Il film, prodotto da Tyler Thompson per Cross Creek e Asko Akopyan assieme all’attore e al regista, ripercorrerà la carriera e la vita privata di Van Damme e sarà un vero e proprio addio dell’artista marziale al cinema prima del ritiro.
What’s My Name?, tratto da un soggetto di Jean-Claude Van Damme, è scritto da Nick Vallelonga, premio Oscar per Green Book, e Paul Sloan.

Nel film Van Damme interpreterà se stesso. Rimasto in coma a seguito di un grave incidente d’auto, si sveglia con un’amnesia, irriconoscibile da tutti, lui compreso. Attraverso una serie di combattimenti contro iconici combattenti della sua leggendaria carriera, Van Damme inizia la ricerca della propria identità e del significato della propria vita. Questo lo porta a un’ultima sfida.

L’attore belga, intervistato da Deadline, ha così dichiarato in merito a quello che sarà il suo ultimo film:

Volevo lasciare il cinema, ma con una rivisitazione della mia carriera a cominciare da Bloodsport, il film per cui ho ottenuto i primi successi. Voglio che questo sia un nuovo Bloodsport, ma a un livello superiore. Nel film sono sulla buona strada in termini di carriera e, mentre esco dalla premiere di un altro film d’azione, non sono felice perché ho vissuto in hotel negli ultimi 30 anni, il che in realtà è vero. Nel film porteremo elementi reali dalla mia vita e quello che mi è successo. Venivo dal Belgio e sono arrivato a Hollywood. Ci sono riuscito, ho fallito, sono tornato. Mentre cammino per strada dopo la premiere, boom, una macchina mi investe perché sono ubriaco. Quando mi sveglio dopo l’mpatto, non so come mi chiamo e nessuno mi riconosce.”

Per altre notizie continuate a seguirci su CiakClub.it


Facebook
Twitter