Io capitano candidato ai Golden Globe come miglior film internazionale

Inizia la stagione dei premi e l’Italia sembra che in questo 2024 potrà festeggiare con qualcuno. Per quel che riguarda i Golden Globes, Io capitano di Matteo Garrone è nella lista ufficiale dei candidati per la categoria di Miglior Film Straniero. Leggi insieme a chi si contende il premio e… incrociamo le dita!
Khady Sy e Seydou Sarr in una scena del film Io capitano

Matteo Garrone e il suo Io capitano proseguono la scalata. Dopo il Leone d’Argento a Venezia e l’inserimento fra i 12 film italiani candidabili agli Oscar… arriva una nomination importante. È degli ultimi minuti: il film concorre ai Golden Globes 2024 nella categoria di Miglior Film Straniero.

Domenica 7 gennaio l’Hollywood Foreign Press Association assegnerà i premi all’81esima cerimonia. In Italia sarà possibile seguire la premiazione su Sky, dalle due di notte. E l’Italia avrà bisogno di stare sintonizzata davanti alla tv. Perché il tricolore sventola fra le nomination internazionali grazie a Io capitano di Garrone.

Accanto al film nostrano, si contendono il premio al Miglior film straniero:

  • Anatomia di una caduta di Justine Tier (Francia)
  • Foglie al vento di Aki Kaurismäki (Finlandia)
  • Past Lives di Cecile Song (Stati Uniti)
  • La società della neve di J.A Bayona (Spagna)
  • La zona d’interesse di Jonathan Glazer (Regno Unito e Stati Uniti)

Parte avvantaggiata Justine Trier, che con Anatomia di una caduta è reduce dalla vittoria prima della Palma d’Oro a Cannes poi agli European Film Awards 2023. Anche Past Lives, targato A24, ha già fatto parlare di sè (è piaciuto anche a noi, che l’abbiamo visto a Roma). Lo scorso anno i Golden Globes, nella stessa categoria, avevano premiato l’Argentina con Argentina, 1985 di Santiago Mitre. L’ultima vittoria dell’Italia risale al 2014, con Sorrentino e La grande bellezza.

Io capitano conquisterà un grande premio già nel primo mese dell’impegnativo 2024 che – a quanto pare – gli aspetta ? Il film di Garrone è nei nostri cinema da settembre e racconta la storia di Seydou e Moussa, due senegalesi che affrontano il loro viaggio di speranza verso l’Europa.

L’abbiamo recensito proprio come un ritratto della bellezza della speranza: non ci resta che incrociare le dita e tifare per il premio italiano di Io capitano ai Golden Globes 2024.

Facebook
Twitter