Il ritratto del duca: la storia vera del furto alla National Gallery

In onda questa sera Il ritratto del duca di Roger Michel, con protagonisti Jim Broadbent e Helen Mirren. Un’opera brillante caratterizzata da dialoghi divertenti e un’accurata ricostruzione storica. La pellicola è infatti tratta da un’incredibile storia vera.
Jim Broadbent e Helen Mirren in una scena del film Il ritratto del duca

In onda questa sera, 2 febbraio 2024, alle ore 21:20 su Rai 3 Il ritratto del duca, pellicola diretta da Roger Michell. Presentato in concorso alla 77esima Mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia, Il ritratto del duca è arrivato nelle sale britanniche a partire dal 6 novembre 2020, mentre in Italia è stato distribuito il 3 marzo 2022.

La pellicola è ambientata nel 1961, a Newcastle. Vero e proprio tormento per la moglie che deve subire le sue cause strampalate, come l’essere finiti in prigione per non voler pagare il canone della televisione pubblica, il sessantenne Kempton Bunton e suo figlio Jackie nascondono in un armadio il ritratto del duca di Wellington trafugato dalla Nation Gallery. Tutta l’Inghilterra lo cerca, e lui pensa anche di richiedere un riscatto da devolvere in beneficenza.

Il ritratto del duca è un’opera brillante, caratterizzata da un’accurata ricostruzione storica, dialoghi divertenti e una magistrale direzione degli attori. A rubare l’attenzione è soprattutto Jim Broadbent che interpreta l’istrionico protagonista. Bravissima nei panni della moglie anche la grande Helen Mirren, che l’abbiamo vista in una nuova serie tv assieme ad Harrison Ford.

Il film di Roger Michell è tratto da un’assurda storia vera. Il vero Kempton Bunton nel 1961 rubò il Ritratto del Duca di Wellington di Francisco Goya dalla National Gallery. Cosa aveva spinto un semplice tassista a compiere un gesto del genere? Kempton riteneva immorale costringere dei pensionati a corto di soldi a dover pagare il canone tv. Dopo aver scoperto che i sistemi di allarme della Nation Gallery venivano disattivati al mattino per le pulizie, Kempton ebbe la folle idea di intrufolarsi nel museo e rubare il quadro, chiedendo come riscatto 140 mila sterline da devolvere al pagamento del canone tv degli indigenti.

La richiesta fu rispedita al mittente e Kempton rispose tenendosi il quadro per ben quattro anni, finché non decise nel 1965 di restituirlo e costituirsi. Kempton fu condannato a tre mesi di reclusione per aver rubato la cornice del quadro, ma fu assolto dal furto dell’opera, perché secondo la difesa non era mai stato allo scopo di tenere il quadro per sé.

Non perdetevi questa sera Il ritratto del duca, un’opera assurda e divertente tratta da un’incredibile storia vera tutta da scoprire. Anche se non è l’unico film con Helen Mirren ispirato a una storia vera su un dipinto rubato!

Facebook
Twitter