Il favoloso mondo di Amélie: dov’è stato girato? Tutte le location

Il favoloso mondo di Amélie non è solo un film; è un viaggio cinematografico che ha incantato il pubblico di tutto il mondo con la sua poesia. Ripercorriamo le principali location del film.
Una scena del film Il favoloso mondo di Amélie

Il favoloso mondo di Amélie non è semplicemente un film, è un’esperienza cinematografica che ha inebriato il pubblico di tutto il mondo con la sua poesia, il suo umorismo e la sua capacità di evocare un’atmosfera onirica e surreale. Uscito nel 2001 per la regia di Jean-Pierre Jeunet e la sceneggiatura di Guillaume Laurant, il film racconta la storia di Amélie Poulain, una giovane donna dal cuore gentile che vive a Montmartre, il quartiere bohémien di Parigi.

Tra le stradine acciottolate, i bistrot pittoreschi e le piazze animate, Amélie si muove come un’ombra discreta, osservando il mondo con occhi pieni di stupore e compiendo piccoli gesti di gentilezza che cambiano la vita delle persone che la circondano. Il film è stato anche inserito nella lista dei 10 film più clamorosamente sopravvalutati degli ultimi anni. Scopri la classifica completa.

Il favoloso mondo di Amélie: tutte le location a Parigi

Per gli amanti del film, ripercorrere le location de Il favoloso mondo di Amélie significa intraprendere un viaggio nel tempo e nello spazio. Viaggio che ci immerge nella Parigi di inizio millennio e rivivendo le emozioni provate durante la visione. Dalla fermata della metropolitana Lamarck si può iniziare il percorso, ripercorrendo la scena in cui Amélie aiuta un anziano signore non vedente ad attraversare la strada, descrivendogli i dettagli del quartiere.

Poco distante, la rue Saint Vincent è protagonista di due scene fondamentali: l’inquadratura iniziale del film e la scena finale in cui Amélie e Nino si incontrano in motorino. La Basilica del Sacro Cuore, con il suo fascino suggestivo, domina il panorama di Montmartre. Ai suoi piedi si trova la giostra storica, dove Amélie lascia una cabina telefonica per contattare Nino e dargli inizio a una caccia al tesoro.

Lungo la rue des trois frères, si trova una cabina per fototessere, elemento ricorrente nel film. Amélie, infatti, è qui che incontra per la prima volta Nino mentre cerca qualcosa sotto una cabina simile ad Abbesses. L’alimentari Maison Collignon, dove Amélie fa la spesa quotidianamente, è uno dei luoghi simbolo del film. Qui si svolgono le scene in cui la protagonista escogita scherzi ingegnosi per vendicare il suo assistente Lucien dai maltrattamenti del Signor Collignon.

La stazione della metropolitana Abbesses è un altro luogo chiave del film. Qui la canzone “Si tu n’étais pas là” di Fréhel attrae Amélie. In seguito, la sua attenzione viene catturata da Nino, il ragazzo di cui si innamorerà. Arriviamo quindi al cinema Studio 28, situato in rue Caulaincourt, è il cinema d’essai dove Amélie si reca ogni venerdì. Qui la protagonista ama osservare le reazioni degli spettatori e cogliere i piccoli dettagli nei film. Il nostro itinerario si conclude al famoso bar-ristorante “Les Deux Moulins“, in rue Lepic, dove Amélie lavora e dove si svolgono molte scene del film. 

Ripercorrere le location de Il favoloso mondo di Amélie non è solo un modo per visitare i luoghi di un film cult. E’ anche un’occasione per immergersi nella sua atmosfera poetica e surreale. Potete recuperare il film questa sera su La7d alle 21:20. Invece, per saperne di più, scoprite il mockumentary su Il Favoloso Mondo di Amélie.

Facebook
Twitter