I segreti di Wind River: una storia vera ha ispirato il film thriller?

Se vi piacciono i thriller ricchi di misteri, indagini e suspense, stasera potrete recuperare I segreti di Wind River. Ultimo titolo di una trilogia iniziata con Sicario, il film si compone di immagini che denunciano una realtà sofferente nella quale regna la decadenza e l’abbandono.
Jeremy Renner in una scena del film I segreti di Wind River

Oggi, 20 gennaio 2024, alle 21:22, andrà in onda su Rai4 I segreti di Wind River. Pellicola del 2017 diretta da Taylor Sheridan, fa parte della trilogia della frontiera americana. Tale trilogia racconta tre storie separate, ambientate in tre diverse frontiere: quella con il Messico in Sicario di Villeneuve, quella delle campagne Texane in Hell or High Water e infine la riserva indiana di Wind River nell innevato Wyoming.

Jeremy Renner, da poco tornato sul set dopo un brutto incidente, veste i panni di Cory Lambert, un agente del FWS. Insieme all’agente del FBI Jane Banner, Lambert dovrà risolvere un caso di omicidio all’interno della riserva indiana di Wind River. Con un ottimo bilanciamento della suspense alternata a grande emotività, Sheridan racconta quasi in stile documentaristico una realtà concreta che attanaglia queste comunità

Il film in sé non si ispira a fatti realmente accaduti, ma racconta un contesto tremendamente reale. Nel film si racconta una comunità allo sbando, nella quale imperversano disagio, crimini e abuso di droghe. Wind River non è il posto idilliaco che suggerisce il suo nome. Secondo il New York Times l’aspettativa media di vita all’interno della riserva e di 49 anni, il tasso di disoccupazione supera l’80% e l’abbandono dell’istruzione è il 40% più alto del resto del Wyoming.

Basti pensare che in Iraq l’aspettativa di vita è di 69 anni, mentre la riserva condivide lo stesso tasso d’istruzione dello Zimbabwe. Ne I segreti di Wind River è il contesto che viene rappresentato nella sua realtà, nella quale una società abbandonata a se stessa crolla sempre di più sul peso dei propri problemi. Qui potrete trovare la nostra recensione del film, che vi consigliamo caldamente di recuperare insieme agli altri due che conformano la trilogia di Sheridan. Vi aspettiamo nella sezione commenti per conoscere la vostra opinione sulla pellicola.

Facebook
Twitter