Heather Morris difende Mark Salling da un tweet di Kevin McHale

Aspre discussioni serpeggiano in casa Glee, celebre serie televisiva musicale statunitense, prodotta e trasmessa dal 2009 al 2015.

Dopo le terribili notizie di cronaca che, durante gli scorsi anni hanno tristemente fatto parlare di sé il cast della serie, una querelle su Twitter ha riportato l’attenzione su fatti passati.

In particolare un tweet rivolto a Mark Salling, commentato dall’attrice Heather  Morris ha scatenato gli utenti del social, che si sono schierati a favore o contro le parole dell’attrice.

Tutto è partito da Kevin McHale, attore di Glee e non l’omonimo cestista leggenda dei Boston Celtics, che ha postato una foto nella quale il defunto Mark Salling è raffigurato con, al posto del volto, un’emoticon che vomita.

Per chi non lo sapesse è bene precisare che Mark Salling è un’ex attore di Glee, arrestato nel 2015 poiché in possesso di materiale pedopornografico e, in seguito, suicidatosi nel 2018.

Heather Morris ha definito offensiva l’emoticon utilizzata per modificare la foto che ritrae Mark Salling.

Particolarmente rilevante è stato il commento di un’utente che, appoggiando proprio Heather Morris, ha affermato:

“Sono d’accordo con Heather, anche io trovo questo gesto irrispettoso. Nonostante ciò che è accaduto, si tratta sempre di un membro della famiglia di Glee. Gli attori e i personaggi di Glee vanno amati e la loro vita privata va separata da quella artistica.”

Ecco qui sotto il tweet di Kevin McHale:

Altri utenti sono però stati sorpresi dalle parole dell’attrice, definendo assurda la difesa di Mark Salling visto che proprio Heather Morris è mamma.

Insomma se da una parte tanti tendono a separare la persona dall’attore, altri non ritengono possibile tale divisione.

Sicuramente rimane il fatto che il cast di Glee non riesce a trovare pace, questa vicenda che vede Heather Morris come protagonista ne è l’esempio.

E voi, cosa ne pensate?

Fatecelo sapere nei commenti e seguiteci su Ciakclub.

 

Facebook
Twitter