Guglielmo Marconi: dov’è stata girata la serie con Accorsi? Le location

Tra le serie più interessanti del momento, c'è senza dubbio quella incentrata su Guglielmo Marconi, in onda ieri e oggi su Rai Uno, e incentrata sul geniale inventore. Per sapere qualcosa sulle location della serie, non dovete fare altro che leggere il nostro articolo.
Fortunato Cerlino/Benito Mussolini e Stefano Accorsi/Guglielmo Marconi in una scena della serie Marconi - L'uomo che ha connesso il mondo

Guglielmo Marconi è una delle figure più eminenti della ricca storia scientifica italiana. Nato centocinquant’anni fa (1874), lo scienziato bolognese ha scritto pagine fondamentali dello sviluppo tecnologico italiano e, successivamente, mondiale. Premio Nobel per la fisica nel 1909, l’inventore ha legato il suo nome alla creazione della radio e, più in particolare, alla messa a punto della telegrafia senza fili, tecnica che permette la trasmissione di segnali a grandi distanze senza bisogno dell’utilizzo, appunto, di fili.

Eccentrico e in rapporti (eufemisticamente parlando) ambigui con il regime fascista, Marconi (interpretato in questa serie da uno degli attori più noti del cinema italiano, Stefano Accorsi, del quale parliamo qui) è stato senza dubbio una delle figure più influenti di tutto il XX secolo. Un po’ in occasione della nascita dello stesso scienziato (come dicevamo prima) e un po’ per ricordare il centenario dalla nascita della Rai (allora, ovviamente, impegnata in soli programmi radiofonici), ecco dunque la prima serie televisiva incentrata sull’inventore. Prodotta ovviamente da “mamma” Rai, dove ieri e oggi viene trasmessa (Rai Uno, ore 21:30). Successivamente, arriverà su Rai Play. Ovviamente.

Di cosa parla la serie Guglielmo Marconi

La narrazione di Marconi – L’uomo che ha connesso il mondo è un lungo flashback che ripercorre tutta l’esistenza dell’inventore bolognese, raccontata dallo stesso Guglielmo ad una giovane e furbissima giornalista filo-fascista, Isabella Gordon, durante un’intervista, fittiziamente ambientata nel 1937 (anni della morte dello stesso Marconi). L’obiettivo della donna, e del regime alle sue spalle, è quello di scoprire i progetti di Marconi, anche in vista del potenziale inizio di un conflitto.

Lo scienziato racconta quindi la sua infanzia e il progressivo aumento della sua fama e del suo prestigio, le sue invenzioni (tra cui la prima trasmissione trans-atlantica, nel 1901, tra la Cornovaglia e il Canada) e del suo legame con il regime fascista e con il suo leader, Benito Mussolini. Nel corso dell’intervista però, l’uomo viene a conoscenza degli scopi della sua controparte, che nel frattempo sta trattando i segreti del fisico anche con gli Stati Uniti, ed è così costretto a prendere decisioni cruciali per la sua stessa incolumità e per la sicurezza dei suoi preziosi segreti. Tra i quali anche quelli riguardanti la sua collaborazione con Enrico Fermi…

Le location di Guglielmo Marconi

Tratta da vicende reali, la serie alterna riprese effettuate in loco ad altre realizzate invece in studi, dove gli ambienti cari a Guglielmo Marconi sono stati ricostruiti. Girata in gran parte tra la terra natia dell’inventore, l’Emilia Romagna, e il Lazio, sede della seconda parte della vita dell’inventore, nonché della sua morte, la serie ha utilizzato alcune location realmente legate alla vita di Marconi e ad altri personaggi che compaiono nel corso della narrazione. Tra queste troviamo Villa Griffone, dove oggi si trova il Museo Marconi, a Sasso Marconi (tra le colline sopra il capoluogo emiliano), già residenza dell’inventore.

Tra le altre location “vere” troviamo poi Palazzo Venezia, sede di Benito Mussolini nel corso del regime, e utilizzata qui in svariati momenti e scorci, tra cui la sala del Mappamondo, tra le più amata dallo stesso dittatore fascista. Nella serie troviamo poi angoli di Villa Torlonia, dove Mussolini aveva la sua residenza personale. Tra gli scorci della Capitale compare anche Villa Mondragone, dove Marconi ha vissuto nel corso del suo “periodo romano”.

Nella serie compare anche il Museo storico della comunicazione, legato solo indirettamente alla figura di Marconi. Tra le sedi ricostruite troviamo invece il leggendario Panfilo Elettra, casa-laboratorio dell’inventore, non arrivato ai giorni nostro.

E voi, la state seguendo? Cosa ne pensate di Marconi – L’uomo che ha connesso il mondo, incentrata su Guglielmo Marconi? Se la televisione non vi attizza e siete invece più propensi per una serata al cinema, qui trovate tutte le uscite di maggio 2024! Buona visione!

Facebook
Twitter