Gli spietati, trama e cast del cult di Clint Eastwood

Non perdetevi Gli Spietati, in onda stasera in tv. Si tratta di un capolavoro del genere, diretto e interpretato da Clint Eastwood, che ha vinto quattro premi Oscar, tra cui miglior film e miglior regia. Ecco tutto ciò che dovete sapere su trama e cast del cult!
Clint Eastwood in una scena del film Gli spietati

Gli spietati è un film western del 1992 diretto, prodotto e interpretato da Clint Eastwood. Considerato uno dei suoi capolavori e uno dei migliori film del genere, il film ha vinto quattro premi Oscar, tra cui miglior film e miglior regia. La pellicola ha anche ottenuto un enorme successo di critica e pubblico.

Il film racconta la storia di William Munny (Eastwood), un ex pistolero. L’uomo ha abbandonato la vita criminale dopo aver sposato una donna che lo ha redento. Rimasto vedovo e con due figli da mantenere, Munny accetta la proposta di un giovane e inesperto cacciatore di taglie, lo Schofield Kid (Jaimz Woolvett). L’obiettivo: uccidere due cowboy che hanno sfregiato una prostituta in una cittadina del Wyoming. Munny coinvolge nel piano anche il suo vecchio amico Ned Logan (Morgan Freeman), e i tre si mettono in viaggio verso Big Whisky. Nel paese li attende una ricompensa di mille dollari offerta dalle colleghe della vittima.

Tuttavia, a Big Whisky regna lo sceriffo Little Bill Daggett (Gene Hackman), un ex pistolero che ha imposto una legge severa e spietata. Daggett ha vietato l’uso delle armi, punendo duramente chiunque osi farlo. Little Bill è anche un abile narratore, che ama raccontare le sue imprese e quelle dei famosi fuorilegge che ha incontrato o ucciso, tra cui il celebre Bob l’inglese (Richard Harris), un vecchio avventuriero che arriva in città accompagnato dal suo biografo, il giornalista Beauchamp (Saul Rubinek).

Munny e i suoi compagni dovranno affrontare le difficoltà e i pericoli del loro compito, ma anche i rimorsi e i dubbi che li assalgono. Munny, in particolare, dovrà fare i conti con il suo passato violento e sanguinario, che riemerge in tutta la sua crudeltà. Il film si conclude con una sparatoria memorabile, in cui Munny dimostra di essere ancora il più spietato di tutti.

Gli spietati è un film che destruttura e rinnova il mito del western, mostrando la realtà sporca e brutale di un’epoca in cui la legge era fatta dalla pistola. Eastwood interpreta un personaggio ambiguo e complesso, che non ha nulla a che vedere con gli eroi positivi e idealizzati dei suoi film precedenti. Il film è anche una riflessione sul senso della violenza, sul peso della colpa, e sul ruolo della memoria e della storia. Scoprite perché il film è considerato l’ultimo grande western americano.

Il cast del film è eccezionale, e vede la partecipazione di attori di grande talento e carisma, come Gene Hackman, Morgan Freeman, Richard Harris, e Frances Fisher. Il film è dedicato a Sergio Leone e Don Siegel, i due registi che hanno lanciato la carriera di Eastwood e che gli hanno insegnato ad amare il cinema. Gli spietati è un film che ha segnato la storia del cinema, e che resta un’opera imprescindibile per gli amanti del western. La pellicola va in onda questa sera su Iris! Nel frattempo, scoprite quale sarà il titolo del prossimo film di Eastwood in questo articolo.

Facebook
Twitter