Glenn Close risponde ai giornalisti per l’8a sconfitta agli Oscar: “Io dico fot***evi”

La stessa Glenn Close che qualche mese fa si pronunciava contro gli Oscar, ora le canta di santa ragione ai giornalisti. Dopo la sua ottava sconfitta agli ultimi Oscar, nei quali l’attrice era candidata come Miglior non protagonista per Elegia americana di Ron Howard, i giornali hanno scritto molti articoli sulla questione. E la Close non ha aspettato a dire la sua.

In un’intervista con The Associated Press, Glenn Close è stata informata del fatto che molte testate del settore si sono soffermate sull’ennesima sconfitta ai premi più ambiti. La “grande perdente” si è quindi difesa, dicendo che poco le importano i commenti a riguardo, rispondendo per le rime. Chi é davvero un perdente quando sei candidato? Tu sei lì, sei tra cinque persone omaggiate per il lavoro svolto. Cosa c’è di meglio? E onestamente penso che alla stampa piaccia avere vincitori e vinti. E poi dicono: ‘Chi ha il vestito più brutto?’ ‘Chi ha fatto il discorso peggiore?’, ma non è di questo che realmente si tratta. Io dico fot***evi“.

Tra i giornali che hanno dedicato approfondimenti alla questione vi è il Los Angeles Times. Tanto che sono stati molti colleghi a sentirsi in dovere di intervenire a difesa di Glenn Close. Tra questi vi è anche l’attrice Sarah Paulson che ha risposto su Twitter dicendo: “Vorrei che questa conversazione finisse qui. È una donna brillante e continua ad avere una carriera straordinaria e invidiabile. Buonanotte a questo convoglio click bait diretto alla città di niente.”

Oltre al suo controverso ruolo per Elegia americana, che ha ricevuto anche una nomination ai Razzie, Glenn Close è stata candidata altre 7 volte agli Oscar come Miglior Attrice: Il mondo secondo Garp, Il grande freddo, Il migliore, Attrazione fatale, Le relazioni pericolose, Albert Nobbs e The Wife – Vivere nell’ombra.

Per news e altri approfondimenti dal mondo del cinema e delle serie tv, continuate a seguirci su CiakClub.it!

Facebook
Twitter