Five Nights at Freddy’s, spiegazione del finale del film: possibile sequel?

In programmazione nelle sale italiane Five Nights at Freddy's, adattamento cinematografico dell’omonimo videogioco di successo. Prodotto dalla Blumhouse, il film vede Josh Hutcherson nei panni di Mike, il nuovo guardiano notturno del Freddy’s. Ma qual è la spiegazione del finale della pellicola?
Una scena del film Five Nights at Freddy's

In programmazione nelle sale italiane il nuovo horror della Blumhouse Productions: Five Nights at Freddy’s, adattamento cinematografico dell’omonima saga videoludica di successo.

Diretta da Emma Tammi, la pellicola vede protagonista Josh Hutcherson nei panni di Mike Schmidt, il nuovo guardiano notturno del Freddy’s, una pizzeria per bambini in voga negli anni ’80 ma ormai fallita. Il proprietario del Freddy’s è il signor Raglan (Matthew Lillard) che, nonostante il fallimento, ha deciso di non abbattere il suo locale. Inizialmente restio ad accettare l’incarico, Mike è costretto a lavorare come guardiano del Freddy’s per badare alla sorellina minore Abby.

Il giovane guardiano scoprirà presto che la pizzeria nasconde al suo interno inquietanti segreti e orribili verità. Mike si ritroverà infatti inghiottito in un terrificante incubo popolato da bambini defunti e peluche animatronici.

Five Nights at Freddy’s ha tutte le carte in regola per ottenere ottimi incassi al box office. Innanzitutto la presenza nel cast del bravissimo Josh Hutcherson, conosciuto al grande pubblico per aver preso parte a una nota saga fantascientifica. Senza dimenticare che la pellicola trae ispirazione dalle atmosfere oniriche di Terrence Malick e da quelle fanciullesche e fantastiche di Steven Spielberg, con una spruzzata del Joker di Todd Phillips.

Five Nights at Freddy’s è un horror che inquieta e terrorizza, ma allo stesso tempo affascina e diverte lo spettatore. Ma cosa succede nel finale di Five Nights at Freddy’s? Qual è il significato della pellicola?

Se non avete ancora visto il film, non proseguite la lettura: allerta SPOILER!

Negli anni ’80 un serial killer travestito da coniglietto uccideva cinque bambini all’interno del Freddy’s. Scopriamo che il serial killer è in realtà il proprietario della pizzeria, il signor Raglan (alias William Afton). Dopo aver ucciso i bambini, Raglan/Afton ha nascosto i loro resti all’interno dei pupazzi, rendendoli così animatronici. I pupazzi, manovrati dallo stesso Afton, hanno iniziato a terrorizzare e uccidere tutti quelli che entravano nel Freddy’s.

Sul finale vediamo Abby che disegna la verità ai bambini affinché la vedano; a quel punto i peluche si ribellano finalmente al loro padrone. Mike e Abby riescono così alla fine a salvarsi. Vediamo in una scena post-credits il corpo di William Afton trascinato in una stanza buia e chiuso al suo interno. Lo spettatore non riesce a scoprire quale sia il destino riservato al serial killer, se effettivamente muoia oppure no. Un finale sospeso che potrebbe aprire le porte a un eventuale sequel, con un William Afton che magari tornerà anche lui in veste di peluche animatronico: ai posteri l’ardua sentenza!

E voi lo vedrete al cinema Five Nights at Freddy’s? Scoprite qui tutti i film al cinema da vedere a Novembre!

Facebook
Twitter