Final Destination è una storia vera? Più di un incidente ha ispirato il film

Torna questa sera, 12 gennaio 2024 alle ore 21:15 sul canale Italia2, il quinto capitolo della saga, Final Destination 5. Ma da dove trae spunto la sceneggiatura per il primo capitolo della saga? Aerei che esplodono in volo, premonizioni di incidenti aerei, ripercorriamo gli incidenti reali che hanno ispirato il primo Final Destination.
Ali Larter, Kerr Smith e Chad Donella in una scena del film Final Destination

Final Destination, l’horror – thriller del 2000, diretto da James Wong (creatore di X-Files, American Horror Story), è il primo capitolo della saga cult dei disaster movie. Mentre torna questa sera, 12 gennaio 2024 alle ore 21:15 sul canale Italia2, il quinto capitolo della saga, Final Destination 5, noi ripercorriamo gli incidenti reali che hanno ispirato il primo film, Final Destination. L’idea per la sceneggiatura è semplice, eppure geniale: un gruppo di ragazzi riesce a sopravvivere ad un incidente aereo. Dopo gli eventi, sconvolti, si convincono che si sia trattato di un sogno o di un’allucinazione, eppure molte cose sembrano essere diverse.

Il gruppo inizia pian piano a convincersi che le loro sorti erano segnate, che la loro vita sarebbe terminata quel giorno e che se ciò non è successo, può solo voler dire che è questione di tempo: moriranno presto, solo che non sanno né quando né come. Ha infatti inizio una scia di incidenti che mette fine alle vite dei protagonisti. L’obiettivo del gruppo è chiaramente sopravvivere. Il film si ispira a diversi incidenti aerei

Il primo, particolarmente in linea con l’idea del film, vede protagonista una ragazza che decide di cambiare il proprio volo dopo aver ascoltato le preoccupazioni/premonizioni della madre: l’aereo avrebbe avuto un incidente. Il giorno dopo, quell’aereo sarebbe finito in prima pagina dopo lo schianto che ha messo fine alla vita dei suoi passeggeri. C’è poi il caso del volo 747-131, che esplode durante il viaggio, i resti ritrovati nell’Oceano Atlantico. Altro caso è quello dell’incidente del volo Pan Am 103. Molti dei passeggeri del volo sono morti infatti per via di un incidente che avrebbe scaraventato alcuni di loro fuori dai finestrini.

Altri, riusciti ad arrivare a terra, avrebbero seguito la stessa sorte, per via dei pezzi dell’aereo che piovevano dal cielo. Un’altra fine perfettamente in linea con la storia ideata da James Wong: non importa come o in che modo, una volta tracciato, tutti seguono lo stesso destino finale – Final Destination. Intanto, ricordiamo, un’altra serie cult ideata da Wong sta per tornare sul piccolo schermo: X-Files. Se siete invece in cerca di un’alternativa per la serata, vi ricordiamo anche il ritorno in tv di un’altra storia vera, quella di Rambo.

Facebook
Twitter