Non ci resta che piangere

Roberto Benigni e Massimo Troisi in una scena del film Non ci resta che piangere

Non ci resta che piangere è un film italiano del 1984 di genere commedia dai toni fantastici. Il film, scritto e diretto da Massimo Troisi (Ricomincio da tre, Il postino) e Roberto Benigni (La vita è bella, Johnny Stecchino), è prodotto da Mauro Berardi e Ettore Rosboch e distribuito da Cecchi Gori Group e C.E.I.A.D. e Lucky Red. Massimo Trosi e Roberto Benigni sono anche protagonisti del film, nei rispettivi ruoli di Mario e Saverio. 

Non ci resta che piangere si è aggiudicato una candidatura ai premi David di Donatello del 1985, con la Nomination a Paolo Bonacelli (Vacanze di Natale ‘95, Notti magiche), nella categoria Miglior Attore Non Protagonista, per il ruolo nel film di Leonardo da Vinci. Del film sono state girate due versioni, una per il grande schermo, dalla durata di 107 minuti, ed una trasmessa in televisione, dalla durata estesa di 145 minuti.

Trama

Mario (Massimo Troisi) e Saverio (Roberto Benigni) sono amici da sempre. Durante un viaggio in macchina i due parlano della preoccupazione, da parte di Saverio, per la sorella Gabriella, che è stata da poco lasciata dal fidanzato, un ragazzo americano. I due amici si fermano ad un passaggio a livello, ma l’attesa del via libera per poter passare, sembra non arrivare mai. 

I due decidono allora di percorrere i boschi della campagna toscana, quando la macchina si ferma. Mario e Saverio si imbattono in una locanda dall’aspetto antico, e decidono di trascorrere lì la notte. I due chiedono di una stanza, ma rimangono scioccati dall’aspetto antico e prettamente rurale di quest’ultima, che sembra appartenere ad un’altra epoca.

Il mattino seguente, dopo aver visto un uomo, colpito da una lancia, scioccati dal brutale assassinio, chiedono informazioni a chiunque, scoprendo, increduli, di essere stati catapultati in qualche modo indietro nel tempo, nella toscana rinascimentale del 1492. Il fratello di Remigio, Vitellozzo, decide di aiutarli dandogli un lavoro nella macelleria di sua proprietà. Intanto Mario conosce la bella Pia. 

Mario vorrebbe conquistarla, così finge di essere un artista, decantandole canzoni (come Yesterday dei Beatles) che appartengono alla sua epoca, spacciandole per proprie composizioni. Intanto Saverio ha un’intuizione: se i due raggiungono la Spagna, potrebbero incontrare Cristoforo Colombo e intimargli di non partire per la missione che lo avrebbe portato a scoprire l’America. L’obiettivo è quello di non far mai incontrare la sorella Gabriella con il fidanzato americano che le avrebbe spezzato il cuore.

Facebook
Twitter
La locandina del film Non ci resta che piangere

Titolo Originale

Non ci resta che piangere

Titolo ITALIANO

Non ci resta che piangere

Anno

1984

Programmazione

nessun valore

Paese di Produzione

Italia

Data di Uscita Originale

08/12/1986

Data di Uscita Italiana

08/12/1986

Genere

Commedia

Produttore

Mauro Berardi, Ettore Rosboch

Casa di Produzione e/o Distribuzione

Lucky Red

Regista

Massimo Troisi, Roberto Benigni

Attori Protagonisti

Massimo Troisi, Roberto Benigni, Amanda Sandrelli, Iris Peynado, Carlo Monni, Livia Venturini, Paolo Bonacelli

Sceneggiatore

Massimo Troisi, Roberto Benigni, Giuseppe Bertolucci

Durata

145

Voto IMDB

7.6

Premi

David di Donatello
David di Donatello