Il figlio di Saul

Géza Röhrig in una scena del film Il figlio di Saul

Il figlio di Saul è un film drammatico del 2015 diretto da László Nemes. La pellicola ha partecipato in concorso al Festival di Cannes del 2015, vincendo Il Gran Prix speciale della giuria. L’anno seguente vince il Premio Oscar per il miglior film straniero, diventando così il secondo titolo ungherese ad aggiudicarsi la statuetta. Durante la cerimonia dei Golden Globe del 2016 si aggiudica il premio, anche questa volta, come miglior film straniero.

Il lungometraggio racconta una protesta realmente avvenuta nel campo di concentramento di Auschwitz, orchestrato dai Sonderkommando. Si tratta di un gruppo di prigionieri ebrei che, scelti in base alla loro costituzione, aiutavano i nazisti con alcune mansioni del campo. Fra queste vi erano anche la pulizia delle camere a gas, il trasporto e lo smaltimento dei corpi defunti dei prigionieri.

Trama

Auschwitz Birkenau, 1944. Saul è un membro dei Sonderkommando, una speciale unità di prigionieri ebrei che si occupa di diverse mansioni all’interno del campo: dal taglio dei capelli dei nuovi arrivati, alla raccolta dei cadaveri. Mentre Saul sgombera e pulisce una delle camere a gas, vede uccidere un ragazzo sopravvissuto al gas. L’uomo si convince che il ragazzino sia suo figlio, decidendo così di trovare un modo per dargli una degna sepoltura.

Nel frattempo, mentre Saul cerca un rabbino per il funerale, i Sonderkommando stanno organizzando una rivolta prima che le SS finiscano di compilare la lista per la nuova unità. Ogni 4 mesi infatti i membri dell’unità vengono uccisi per lasciare il posto a quelli nuovi. Saul però è più concentrato sul figlio. Il corpo del ragazzo giace in attesa di un’autopsia, la quale viene rimandata.

Trovata la salma all’interno di una sacca beige, Saul riesce a nasconderla approfittando di una distrazione delle guardie. Saul rivela ai suoi compagni cosa ha in mente per cercare aiuto. L’uomo viene a scoprire che i rivoltosi stanno cercando di raccogliere più testimonianze possibili della vita nel campo, in modo da fornirle ai russi al loro arrivo.

Saul riesce a trovare due rabbini, i quali terrorizzati dalle conseguenze, si rifiutano di compiere il rito funebre. Nel frattempo le atrocità nel campo vanno avanti, e mentre Saul trova un rabbino ungherese che poi si rivela un impostore, alcuni prigionieri vengono giustiziati. Ha inizio la rivolta.

Facebook
Twitter
La locandina del film Il figlio di Saul

Titolo Originale

Saul fia

Titolo ITALIANO

Il figlio di Saul

Anno

2015

Programmazione

nessun valore

Paese di Produzione

Ungheria

Data di Uscita Originale

11/06/2015

Data di Uscita Italiana

21/01/2016

Genere

Storico

Produttore

Gábor Sipos, Gábor Rajna, Judit Stalter

Casa di Produzione e/o Distribuzione

Teodora Film

Regista

László Nemes

Attori Protagonisti

Géza Röhrig, Levente Molnár, Urs Rechn, Todd Charmont, Jerzy Walczak, Gergö Farkas, Balázs Farkas, Sándor Zsótér, Marcin Czarnik, Levente Orbán, Kamil Dobrowolski, Uwe Lauer, Christian Harting, Attila Fritz, Mihály Kormos, Márton Ágh, Amitai Kedar

Sceneggiatore

László Nemes, Clara Royer

Durata

107

Voto IMDB

7.4

Premi

Academy Awards
Academy Awards