Feud 2: spiegazione del finale della serie Disney+

Feud è la serie ideata da Ryan Murphy in cui vengono indagate le rivalità fra personaggi noti del mondo dello spettacolo. Si tratta di un prodotto antologico che, dopo una prima stagione incentrata sullo scontro tra le attrici Bette Davis e Joan Crawford, esce oggi con i nuovi episodi su Truman Capote e i suoi cigni. Ecco spiegato il finale!
Tom Hollander in una scena della serie tv Feud 2

La Côte Basque è un racconto di Truman Capote – comparso su Esquire – che nel 1975 ha scatenato il disappunto di un’intera cricca di nobili donne vicine all’autore. Sono, appunto, i “cigni” cui fa riferimento il titolo della serie Feud 2: Capote vs. The Swans. Lo show antologico è ideato da Ryan Murphy (American Horror Story) e gli otto episodi della seconda stagione sono diretti da Gus Van Sant (Will Hunting). Ma andiamo per gradi!

Di cosa parla Feud 2

La serie – fra le novità di maggio su Disney+ – è a sua volta l’adattamento del romanzo di Laurence Leamer che descrive le esistenze dei cigni di Truman Capote. Le donne dell’alta società che frequentavano gli ambienti dello scrittore e di cui – nel racconto – lui ha denunciato i costumi, le dinamiche e le abitudini. Da quel momento Capote ha accumulato il rancore e il risentimento dei “cigni” contro di sé, che lo accompagneranno fino alla morte. Per cercare di scrivere l’ultimo capitolo del suo libro incompiuto Capote – l’autore dei capolavori A sangue freddo o Colazione da Tiffany – ha utilizzato i pettegolezzi e i segreti delle sue amiche come materiale narrativo. La serie ricostruisce le vicende che interessano e coinvolgono le donne protagoniste sia del racconto che degli scoop e descrive il declino della vita di Capote a partire da quel maledetto articolo sull’Esquire. SEGUONO SPOILER!

Spiegazione del finale di Feud 2

Feud 2 accompagna Truman Capote – interpretato da Tom Hollander – fino alla sua morte, avvenuta nel 1984. L’ottavo e ultimo episodio, però, non è quello della sua morte. Il decesso dello scrittore, infatti, è raccontato nel penultimo episodio, mentre l’ottavo ripercorre a ritroso l’ultimo anno di vita di Capote. Durante l’ultimo periodo della sua vita, infatti, lo scrittore stava lavorando ad Answered Prayers, il romanzo incompiuto che avrebbe dovuto contenere le sue scuse nei confronti dei cigni. L’ultimo episodio, pertanto, è il tentativo di Capote di farsi perdonare: viene narrato come se le cose scritte nel libro incompiuto fossero davvero accadute e lo scrittore potesse realmente aver chiesto scusa e ricevuto il perdono delle amiche che aveva pugnalato.

Gus Van Sant, insomma, fa pronunciare a Truman Capote quelle preghiere che avrebbe voluto finire di scrivere e desiderava tanto potessero esaurirsi. Di sicuro il seguito di Feud 2 non parlerà della stessa storia, per questo non vi resta che leggere qui tutte le informazioni di base e poi correre a non perdervi gli episodi!

Facebook
Twitter