Eternals: Chloé Zhao parla della fredda accoglienza da parte del pubblico

Eternals, il film Marvel diretto da Chloé Zaho, è arrivato nei cinema lo scorso 3 novembre. Nonostante il cast eccezionale e il budget altissimo, il film ha ricevuto numerose critiche da parte del pubblico. Addirittura è stata la prima pellicola Marvel Studios ad ottenere l’icona “marcia” su Rotten Tomatoes. Durante una recente intervista la regista ha commentato questa fredda accoglienza.

Chloé Zaho aveva già espresso la sua opinione sulle critiche ad Eternals. In passato la regista premio Oscar aveva postato una storia Instagram in cui invitava i suoi follower a recuperare il film per farsi una propria opinione sul progetto, indipendentemente dalle critiche ricevute.

Mesi dopo l’uscita, Empire ha ripreso l’argomento. Durante un’intervista ha infatti chiesto a Zaho un’opinione a freddo sull’accoglienza non proprio positiva da parte di critica e pubblico. La regista ha quindi dichiarato: “Dal mio punto di vista, la ricerca del consenso è un ostacolo per ogni autentico processo creativo. Così come è d’ostacolo per vivere un’esistenza autentica come essere umano. Personalmente mi è capitato di ricevere sia consenso che pareri contrastanti per i miei lavori. E nessuno di questi due poli ha avuto una vera influenza su di me in qualità di artista perché ogni volta che sono così fortunata da poter creare qualcosa, imparo dal processo stesso.”

Aggiunge poi: “Dai successi e dai fallimenti. Ma quel processo di apprendimento è qualcosa di molto intimo. Ogni cosa che va oltre ciò, per me fa solo parte di quell’ecosistema che esiste a causa della natura stessa dell’industria in cui lavoriamo. Come un fiore o una roccia, riconosco e apprezzo la loro presenza. Ma mi limito a ciò.”

Inoltre, secondo la filmmaker anche il contesto storico ha influito sull’insuccesso di Eternals. Il film è infatti uscito in un periodo di grandi stress e tensioni, che probabilmente non hanno giovato alla sua riuscita. Ha infatti spiegato: “Eternals doveva uscire subito dopo Endgame e non in un periodo storico in cui tutti stavano attraversando una profonda crisi esistenziale. Che, fra l’altro, è il tema stesso alla base del film, tanto per gli umani quanto per le divinità. Per questo ce la aspettavamo.”

Questo e molto altro su CiakClub.it

Facebook
Twitter