Eric Kripke, produttore di The Boys 2, parla della scena della balena

Eric Kripke, produttore di The Boys 2, ha parlato della scena nella quale un motoscafo entra in una balena: ebbene, come ci si sarebbe facilmente potuti aspettare, nessuna balena è stata maltrattata per il video ma, per non affidarsi alla computer grafica è risultato preferibile costruire una finta balena sul set.

Ecco le parole del produttore Eric Kripke:

“Ovviamente alcune scene, quelle ampie dall’alto, sono in computer grafica. Ma gli scenografi e gli addetti agli effetti visivi hanno deciso che la balena andava costruita dal vivo. Quindi abbiamo costruito una balena lunga 15 metri e alta tre metri e mezzo. Abbiamo organizzato le cose in modo che la barca potesse essere lanciata veramente, grazie a un trampolino, contro la balena facendo uscire tutto il sangue. Potevamo anche girare delle scene dentro la balena: era antomicamente corretta. Se ci penso mi vengono i brividi, è stata una cosa colossale. I ragazzi dovevano essere completamente ricoperti di sangue, che ovviamente è sciroppo di mais. C’erano mosche e api, visto che sono attratte dallo zucchero. In pratica erano ricoperti di zucchero, davanti a una gigantesca caverna di zucchero, con api e insetti dappertutto. Quindi posso dire che il loro disagio era reale, sul set, ed è quello che vedete sullo schermo!

È una delle cose più assurde che abbia fatto come produttore, ne vado veramente fiero. La prima metà della scena sono inquadrature della barca fatte con l’elicottero, con Karl Urban che guida velocissimo perché è Neozelandese e quindi è perfettamente a suo agio con il motoscafo. E penso che il resto degli attori fossero terrorizzati dal fatto che lo stessimo facendo guidare. Lo vedete saltare da un’onda all’altra, e le urla di Jack Quaid sono vere. E poi si schiantano in una balena!”

Per questa ed altre interessanti news, venite a trovarci su Ciakclub.

Facebook
Twitter