Elliott Page, eruzioni cutanee sul set di Inception per i “troppi maschi etero cis”

Dopo il suo coming out nel Dicembre del 2020, dove aveva svelato di essere transgender, Elliott Page è tornato sul periodo della sua vita in cui, sul set di Inception, viveva un particolare momento di malessere. L’attore ha svelato infatti di aver sofferto di herpes zoster a causa del suo sentirsi fuori posto sul set del film, circondato da maschi cis.
Elliott Page, eruzioni cutanee sul set di Inception per i “troppi maschi etero cis”

A distanza di due anni e mezzo dal suo coming out, Elliott Page è tornato a parlare del difficile momento della sua vita in cui ha sofferto di disforia di genere. L’attore, dopo essersi dichiarato gay nel 2014, nel Dicembre 2020 ha trovato finalmente il coraggio di dichiararsi transgender, ammettendo quanto quel momento abbia rappresentato per lui una vera e propria rinascita. Un coming out importante, non soltanto per Elliott Page, ma anche per l’intera comunità trans, per dare finalmente la giusta risonanza a un argomento che ancora oggi, purtroppo, è considerato un taboo. 

Page ha oltretutto svelato di aver trovato la forza proprio nel coraggio di tutta la comunità. Lui che nel 2021 aveva dichiarato da Oprah di aver subito un forte attacco di ansia dopo la première a Parigi di Inception. Adesso, a distanza di due anni, ha raccontato nella sua biografia, Pageboy, di aver avuto problemi di salute piuttosto seri sul set. L’attore infatti soffriva di herpes zoster, con eruzioni cutanee dovute proprio al fatto che sentisse costantemente fuori posto.

Le dichiarazione di Elliot Page

Elliot Page sul red carpet
Elliot Page sul red carpet

“L’herpes zoster è saltato fuori dalla mia spina dorsale durante le riprese di Inception quando avevo 22 anni. Nonostante fosse piacevole lavorare con tutti, mi sentivo fuori posto, in un cast pieno di uomini cis” ha svelato Page. 

“Per le prime due settimane del film ho scherzato sul fatto che sarei stato confuso con Keira Knightley, e giustamente” ha aggiunto l’attore, tornando poi sull’attacco di panico. “C’era così tanta stampa e così tante anteprime in tutto il mondo, e indossavo abiti e tacchi praticamente per ogni singolo evento. Quella notte, dopo la première, all’after-party, sono crollato. È qualcosa che è successo spesso nella mia vita, di solito in corrispondenza di un attacco di panico”.

Elliott Page ha poi affermato di aver ricevuto pressioni in questo senso fin da bambino. Pressioni che hanno certamente contribuito al suo senso di malessere quotidiano. “Il modo in cui sei seduto non è da signora, cammini come un ragazzo. La musica che ascolti da adolescente, ovviamente, il modo in cui ti vesti. Ogni singolo aspetto di chi sei viene costantemente osservato e messo in una scatola in un sistema molto binario. Questo è ciò a cui porta”.

Qui potete trovare il coming out di Elliott Page, con la speranza che possa essere d’aiuto per tutte le persone che vivono o hanno vissuto questa situazione. Per tutte le notizie sul mondo del cinema e delle serie TV, rimanete sintonizzati sui nostri canali. 

Facebook
Twitter