Eddie Murphy: il nuovo documentario sulla sua carriera da cabarettista

Da Saturday Night Live a star del cinema, fino ad essere considerato il più grande cabarettista di tutti i tempi, il grande Eddie Murphy torna a far parlare di sé con un nuovo documentario diretto da Angus Wall. 

Il montatore statunitense ha ottenuto la nomination ai premi Oscar 2009 per il suo lavoro nel film “Il curioso caso di Benjamin Button”. Wall ha poi vinto nel 2011 con Millennium – Uomini che odiano le donne. Successivamente ha collaborato a cinque film di David Fincher tra cui “Zodiac” e “The Social Network”.

The Last Stand racconterà la storia del comico dagli esordi – compresi i primi passi nel mondo della stand up comedy – fino agli ultimi show live. Lo scopo di Angus Wall è documentare  il ritorno di Murphy al palcoscenico del cabaret. A produrre il film sono John Davis e John Fox, il duo che ha già lavorato con Eddie Murphy in Doctor Doolittle, Dr. Doolittle 2 , Daddy Day Care , Norbit e Dolemite is My Name .

Eddie murphy è l'attore di "Una poltrona per due"

Il documentario segnerà la loro ultima collaborazione, attualmente stanno lavorando al progetto da circa due anni e mezzo: La cosa di cui io e John siamo davvero entusiasti è che stiamo girando un documentario proprio ora su Eddie Murphy. Lo stiamo facendo con Angus Wall, montatore premio Oscar, grande documentarista. Abbiamo fatto cinque film con Eddie Murphy e lo adoriamo. Io lo adoro come persona e come performer, e stiamo preparando questo progetto in cui Eddie farà la sua ultima performance da stand-up comedian, e lo intitoleremo The Last Stand. Ci stiamo lavorando da oltre due anni. Nel mezzo c’è stata la pandemia, ma stiamo continuando a girare.”

Davis ha proseguito dicendo:

Abbiamo già ripreso ore ed ore di conversazioni con lui in cui Eddie ha parlato dei suoi primi giorni in questo ambiente, delle sue idee sulla commedia, delle persone che lo hanno influenzato, e su ciò che è interessante riguardo all’essere uno stand-up comedian.

Non è ancora chiaro se il documentario costituirà un film o una serie composta da più episodi, i produttori sono stati abbastanza chiari “sarebbe un peccato partire con un formato prestabilito, preferiamo aspettare in modo da modellare la storia e adattarla per raggiungere un certo tempo di esecuzione”.

Questo e altro su CiakClub.it

Facebook
Twitter