Dune 3 ci sarà? News, quando esce, trama, cast e streaming

Dopo uno stimolante primo capitolo, l’enorme successo di botteghino di Dune – Parte Due sembra aver dato ragione delle capacità di Denis Villeneuve. Ora non resta che un finale di prima trilogia con Dune 3, titolo provvisorio “Messiah”: ecco tutte le novità arrivate finora.
Il poster fan-made di Dune 3: Messiah

Nel giro di due soli capitoli, Denis Villeneuve sembra essere (quasi) riuscito ad adattare la saga letteraria di Frank Herbert, che sembrava di impossibile realizzazione dopo il progetto mai realizzato di Jodorowsky e quello fallimentare di David Lynch. Ma prima di cantare vittoria, dobbiamo aspettare di vedere Dune 3.

In particolare, Dune – Parte Due è diventato un grandissimo successo commerciale, stracciando il botteghino del primo capitolo. E se prima un terzo capitolo sembrava senz’altro probabile, ora abbiamo conferme e aspettative. Di seguito tutto quello che sappiamo, mentre qui potete leggere il nostro parere su Dune – Parte Due.

Le news su Dune 3

C’è voluto un po’ più di tempo, dall’uscita del primo capitolo, perché la messa in lavorazione di Dune – Parte Due fosse confermata. Stavolta non ci è voluto tanto. È notizia di ieri, 4 aprile, che la casa di produzione Legendary che ha già prodotto i primi due capitoli in collaborazione con Warner Bros., ha dato la luce verde a Denis Villeneuve per chiudere quantomeno una trilogia. Ovviamente, Villeneuve rimane alla scrittura e alla regia e dovrebbe essere “già al lavoro” sulla sceneggiatura di Dune 3. Il titolo provvisorio del progetto dovrebbe essere Dune: Messiah e questo ci dà già molti indizi sulla porzione di romanzi che dovrebbe adattare.

Di cosa parlerà Dune 3: Messiah? La trama

Nel finale di Dune – Parte Due, su cui ora seguono spoiler, abbiamo conosciuto un nuovo volto di Paul Atreides (Timothée Chalamet), proprio quello profetizzato e che lui cercava di evitare, terrorizzato dalle conseguenze che gli apparivano nelle sue visioni. Dopo aver praticamente distrutto Casa Harkonnen, fatto prigioniero l’Imperatore Shaddam IV (Christopher Walken) e sua figlia la Principessa Irulan (Florence Pugh) e ucciso Feyd-Rautha (Austin Butler) a duello, Paul si prepara a combattere le casate pronte a sbarcare ad Arrakis su richiamo dell’Imperatore. Questo sembra gettare le basi per il suo lato oscuro, similmente a quanto avviene in Dune Messiah, il secondo romanzo scritto da Frank Herbert.

Ambientato 12 anni dopo la presa del potere di Paul, Messiah vede profetizzarsi il suo Regno di terrore. Il conteggio di morti nella galassia è salito a 61 miliardi e non accenna ad arrestarsi. Nel frattempo arriva Alia, sorella di Paul di cui abbiamo fatto brevemente la conoscenza in un flashforward in Dune – Parte Due, interpretata a sorpresa da Anya Taylor-Joy. Lei, Chani e Stilgar rimangono inizialmente al fianco di Paul, per sostenerlo, ma le insidie e i complotti per assassinarlo sono ovunque, il malcontento cresce tra i Fremen e persino Irulan lo vuole morto. Nel frattempo, una nuova razza di umani geneticamente modificati, che fanno capo ai Bene Tleilax, utilizza un inganno contro Paul: crea un clone di Duncan Idaho, suo maestro interpretato nel primo film da Jason Momoa e cui l’Atreides è affezionatissimo.

Gran parte del romanzo è incentrato sul Regno del terrore di Paul, sul fanatismo dei Fremen intorno alla sua figura messianica, sulle continue cospirazioni per destituirlo, indebolirlo o ucciderlo. Ma proprio per questo, il personaggio di Alia acquisisce sempre maggiore importanza e la risposta finale sarà la prole di Paul e Chani, che apre ai successivi romanzi.

Se da un lato Villeneuve potrebbe riuscire a condensare tutti gli intrighi del complotto contro Paul in un unico film, è anche vero che Messiah racconta un periodo davvero esteso della vita di questi e la trilogia potrebbe facilmente portare ad altri film. Ma già nel passaggio tra il primo e il secondo film abbiamo visto alcuni personaggi guadagnare maggiore importanza e questo, secondo quanto anticipato da Villeneuve, dovrebbe avvenire anche in Dune 3, il che ci dà alcuni indizi sulla fedeltà ai romanzi.

Cast, attori e personaggi

Come avvenuto nel primo film, abbiamo salutato diversi personaggi che avevamo solo imparato a conoscere. Fra questi, è improbabile quindi un ritorno degli Harkonnen: Feyd-Rautha (Austin Butler), Glossu “Bestia” Rabban  (Dave Bautista) e del Barone Vladimir (Stellan Skarsgård). Torneranno invece sicuramente:

  • Timothée Chalamet: Paul Atreides
  • Zendaya: Chani
  • Rebecca Ferguson: Lady Jessica
  • Josh Brolin: Gurney Halleck
  • Florence Pugh: Principessa Irulan Corrino
  • Christopher Walken: Imperatore Shaddam IV
  • Léa Seydoux: Margot Fenring
  • Charlotte Rampling: Gaius Helen Mohiam
  • Javier Bardem: Stilgar
  • Anya Taylor-Joy: Alia Atreides

In particolare, come avvenuto per Chani dal primo al secondo film, grandissimo spazio dovrebbe essere dato in Dune 3 ai personaggi di Alia e Irulan. Infine, la sottotrama di Duncan Idaho apre al ritorno su schermo di Jason Momoa, che infatti ha anticipato come lo stesso Villeneuve avrebbe dei materiali pronti per un suo ritorno e che gli piacerebbe poter riprendere parte alla saga.

Data d’uscita Dune 3: Messiah

Ovviamente non abbiamo ancora una data d’uscita, ma in questo caso anche riuscire a preventivare un anno potrebbe essere difficile, perché i tempi fra Dune – Parte Due e Messiah potrebbero allungarsi di molto rispetto a quelli fra primo e secondo capitolo, e questo è Denis Villeneuve a dircelo.

Dal momento che i fatti di Messiah dovrebbero essere ambientati ben 12 anni dopo quelli del precedente film, Villeneuve ha dichiarato nel marzo 2022: “Voglio fare la seconda parte il più velocemente possibile, poi aspetterò qualche anno, finché Timothée Chalamet non sarà un po’ più grande, per il capitolo finale. Ho vissuto con Dune per gran parte della mia vita. Essere pazienti è parte del viaggio“. A marzo 2024 sembra aver confermato questo desiderio di far passare del tempo, affermando che non ha avuto “nemmeno un’ora di pausa” tra la chiusura del primo film e l’inizio del secondo e affermando che avrebbe preferito “concentrarsi su altri progetti” prima di rimettersi a girare Dune 3.

Un segnale in questo senso lo darebbe proprio l’annuncio di conferma di Legendary, che avrebbe opzionato Villeneuve per la scrittura e la regia di Dune 3 in coppia con un secondo progetto del tutto diverso, Nuclear War: A Scenario, tratto dal romanzo di Annie Jacobsen. Da un lato, Villeneuve potrebbe dedicarsi prima a questo, ma dall’altro l’annuncio di Legendary fa pensare che il regista si concentrerebbe su Nuclear War solo in secondo momento.

Se si trattasse del secondo scenario e considerati i tre anni di attesa fra Dune – Parte Uno e Dune – Parte Due, nel migliore dei casi non vedremmo Dune 3 – Messiah prima del 2027.

Dune: dove vederlo in streaming

Vale per Dune 3 esattamente quanto avevamo scritto per Dune – Parte Due, e cioè che molto dipenderà dagli accordi presi da Legendary e Warner Bros. con gli streamer italiani, non essendo presente la piattaforma MAX nel nostro Paese.

Nell’attesa però, ecco quanto sappiamo sull’uscita in streaming di Dune – Parte Due, mentre il primo capitolo di Dune è disponibile perlopiù a noleggio e in particolare su Prime Video, Rakuten TV, Google Play e Apple TV+ e in abbonamento solo con TIM Vision.

Dune 3 TRAILER

Sarà difficile vedere un trailer di Dune 3 prima che le riprese siano concluse. Nel frattempo però, se non avete visto l’ultimo capitolo e dovete decidervi, ecco il trailer finale di Dune – Parte Due:

Voi siete rimasti soddisfatti dai due primi film di Dune? Che aspettative avete su Dune 3?

Facebook
Twitter