Disney sta per abbandonare i remake live-action? Una frase la dice lunga!

Il nuovo capo della divisione live action di Disney ha condiviso le sue riflessioni sulle future trasposizioni in live action dei classici intramontabili. La sua visione per i progetti futuri sembra essere molto chiara. Scorrete l'articolo per scoprire cosa ha detto.
I remake live-action Disney

Non è una novità che Disney utilizzi i live action dei grandi classici per giocare sull’effetto nostalgia e incrementare i propri guadagni. Tuttavia, ciò che i veri appassionati della casa di Topolino desiderano sono storie originali che, con il ritmo di un battito del cuore, trasmettano insegnamenti significativi sia per adulti che per bambini.

Ciò non implica che la produzione di live action debba cessare; al contrario, è sempre piacevole rivivere il passato attraverso le storie che hanno accompagnato l’infanzia di molti e renderle accessibili in una nuova forma alle generazioni future. Significa piuttosto che Disney dovrebbe ponderare attentamente su quali progetti investire maggiormente, al fine di offrire prodotti di alta qualità al proprio pubblico.

Numerosi live action, quali Il Re Leone e La Sirenetta, hanno generato notevoli introiti per Disney, che ha recentemente celebrato il suo centenario. Per l’occasione, abbiamo dedicato uno speciale ai migliori villain dell’universo Disney. David Greenbaum, il nuovo responsabile dei live action Disney, ha introdotto un nuovo approccio per i progetti futuri, basato su una semplice domanda: “Questo film ha bisogno di esistere?

Questa interrogazione può essere interpretata in due modi: o come un segnale di stop alla produzione di live action, o come un invito a selezionare con cura i classici da riportare sul grande schermo, cercando di trasporli nel modo più originale possibile, anche perché la Disney non rinuncerà ad introiti facili. Dopotutto è vero che i live action presentano molte criticità ma è altrettanto vero che possiedono delle potenzialità.

Facebook
Twitter