Diabolik – Chi sei? come finisce: spiegazione del finale di trilogia

Ora che la trilogia su Diabolik dei Manetti Bros. si è conclusa, possiamo tirare le somme. Al di là che i film siano belli o brutti, c’è stato un grande sviluppo della storia e dei personaggi. Lo dimostra il finale di Diabolik - Chi sei?, che chiude un cerchio iniziato nel 2021 con un semplice diamante rosa.
Giacomo Gianniotti in una scena del film Diabolk - Chi sei?

Da qualche settimana, la trilogia dei Manetti Bros. dedicata al personaggio di Diabolik si è conclusa con il film Diabolik – Chi sei? La pellicola approfondisce la figura del ladro dei fumetti, raccontando il suo passato e regalando un assaggio del suo futuro. Il finale di questa trilogia chiude così un racconto iniziato nel 2021, richiamando in causa le vecchie pellicola per salutare un’ultima volta tutti i protagonisti. 

Prima di addentrarci nel finale e nella sua analisi, ripercorriamo un attimo tutti i titoli passati. Nel primo lungometraggio ci vengono presentati tutti i personaggi iconici che abitano l’universo di Diabolik. Lui, ladro e assassino, si innamora perdutamente di Lady Eva Kant e del prezioso diamante rosa che porta al collo. Dopo averlo sottratto e poi restituito, sboccia l’amore che li porterà entrambi ad abbandonare le loro vite precedenti. 

Nel titolo successivo, Diabolik – Ginko all’attacco!, la narrazione si concentra sulla figura dell’ispettore, il quale metterà in secondo piano il suo amore per la duchessa Altea, a favore del desiderio di catturare Diabolik. La duchessa è proprio il bersaglio del ladro e della consorte, desiderosi di mettere le mani sulla collana del Grifone Nero. ATTENZIONE, seguono SPOILER

Giungiamo così a Diabolik – Chi sei?, un titolo che ci ha lasciato un po’ perplessi in sede di recensione. Nel film, Diabolik e Ginko si ritrovano imprigionati insieme, in attesa della loro morte. Il ladro decide così di mettersi a nudo, raccontando il suo passato all’ispettore, curioso di conoscere l’identità della sua nemesi prima di morire. La loro cattura ha portato alla morte dell’agente Palmer, mentre Eva e Altea iniziano un’insolita collaborazione per salvare i loro amati. Le due co-protagoniste riescono nel loro intento, portando il film verso un finale che si separa in due parti.

La prima parte riguarda il finale di Ginko. Stanco di dover nascondere il suo amore per Altea a causa del suo ceto, i due innamorati si lasciano andare ad un passionale bacio davanti alla stampa. L’ispettore esce dall’ombra nella quale si era relegato, superando le difficoltà dimostrate nel film precedente, e affrontando i demoni del suo passato.

L’altro finale, quello di Diabolik e Eva, presenta una natura molto simile. Sfuggiti ancora una volta alla giustizia, i due scoprono che il diamante rosa del primo film verrà messo all’asta. I due decidono così di rubarlo, con Eva che afferma di non aver più paura del passato. Così anche loro, proprio come Ginko e Altea, si lasciano alle spalle un oscuro vissuto, accettando chi sono in favore di un nuovo futuro insieme.

Tutta la pellicola riflette sul passato e sulla strada che definisce chi siamo, attraverso personaggi diversi ma molto simili. Ginko e Diabolik sono due facce della stessa medaglia. Nonostante facciano due professioni completamente opposte e tendono spesso a confrontarsi, i due si capiscono a vicenda. Entrambi si nascondono da qualcosa, diventando l’uno lo specchio dell’altro.

Diabolik – Chi sei? vi aspetta in sala insieme alle uscite di dicembre. Se invece avete già recuperato la pellicola, completando la vostra visione della trilogia, vi ricordiamo di lasciarci un commento con il vostro pensiero.

Facebook
Twitter