Demolition: Amare e vivere, trama e cast del film con Jake Gyllenhaal

Davis Mitchell, un banchiere di successo, rimane vedovo dopo un tragico incidente in cui perde la moglie Julia. Incapace di elaborare il lutto, scrive una lettera di reclamo che porta Karen Moreno, dipendente di una società di distributori automatici, a contattarlo. Questo è Demolition: Amare e vivere, film con Jake Gyllenhaal in onda stasera
Jake Gyllenhaal e Naomi Watts in una scena del film Demolition: Amare e vivere

Uno dei film più toccanti e riflessivi del 2015 è senza dubbio Demolition: Amare e Vivere, diretto con maestria da Jean-Marc Vallée. Questa pellicola  cinematografica svela le profonde pieghe dell’animo umano di fronte alla tragedia. Jake Gyllenhaal guida lo spettatore attraverso un viaggio che è allo stesso tempo struggente e illuminante.

La trama ci introduce a Davis Mitchell, un uomo di successo nel mondo della finanza a New York, la cui esistenza viene brutalmente sconvolta dalla perdita improvvisa della moglie, Julia, in un tragico incidente stradale. La sua vita, in apparenza perfetta, si sgretola sotto il peso del dolore e della disperazione. Gyllenhaal (che ha recentemente recitato in The Covenant di Guy Ritchie) si immerge profondamente nel ruolo, trasmettendo al pubblico il tormento interiore e l’angoscia di un uomo in lotta con se stesso e con il mondo che lo circonda.

Ma è quando Davis decide di sfogare la sua frustrazione attraverso una lettera di reclamo inviata a una società di distributori automatici che la storia prende una piega sorprendente. La sua confessione privata viene accolta da Karen Moreno. La donna, una dipendente della società interpretata magistralmente da Naomi Watts, intraprende un viaggio di scoperta personale. Infatti la sua vita si intreccia con quella di Davis in un modo che cambierà entrambi per sempre.

Ciò che segue è un intreccio di emozioni e scoperte. Intanto Davis, accompagnato da Karen e suo figlio Chris, interpretato da Judah Lewis, cerca di fare i conti con il passato e di costruire un futuro incerto. Inoltre la strana ossessione di Davis per la demolizione di oggetti e spazi diventa una metafora della sua lotta per liberarsi del passato e trovare una nuova identità.

Il regista Vallée crea un’atmosfera di intensa vulnerabilità, usando una narrazione frammentata che riflette la tumultuosa psiche del protagonista. La performance di Gyllenhaal è un tour de force di emozioni crudeli e umorismo sottile. Anche il resto del cast offre un sostegno solido e coinvolgente. Demolition: Amare e Vivere è molto più di un film sulla perdita. La pellicola è un’ode alla resilienza umana, alla capacità di risorgere dalle ceneri dell’avversità e trovare la bellezza nella ricostruzione. 

Con una combinazione unica di dramma e commedia, il film tocca corde profonde nell’animo dello spettatore, lasciando un’impronta indelebile nel cuore di chi lo guarda. In onda questa sera su Cielo, Demolition: Amare e Vivere è un film da non perdere assolutamente. Viceversa, ecco un altro film in onda stasera!

Facebook
Twitter