David di Donatello 2024, tutte le nomination: è record per C’è ancora domani

Come ogni anni, anche il cinema italiano premia sé stesso. Nella giornata di ieri sono stati infatti ufficializzati i candidati ai David di Donatello 2024. Per scoprirli tutti, non vi resta che leggere il nostro articolo.
I protagonisti di Io Capitano, C'è ancora domani e La chimera

Quella che si avvia alla conclusione è stata un’annata cinematografica assolutamente particolare, caratterizzata dal prepotente ritorno del pubblico nelle sale italiane, dai trionfi al botteghino di opere straniere e nostrane, senza dimenticare il successo di critica ricevuto dai nostri titoli presentati nei Festival più prestigiosi di tutto il mondo. A chiudere quest’annata arriverà il prossimo 3 maggio il conferimento dei David di Donatello 2024, che, come ogni anno, sanciranno le opere migliori del cinema nostrano.

Conferiti dall’Accademia del cinema italiano, i David di Donatello sono tra i premi più prestigiosi del nostro cinema. Votati ogni anno da ex vincitori ed eminenze del cinema italiano, i “David” sono i premi che, sostanzialmente, fungono da coronamento della stagione cinematografica nostrana. Nella giornata di ieri, 3 aprile 2024, sono state rivelate le candidature per questa edizione 2024. Per scoprirle tutte non vi resta che continuare la lettura.

Tutte le candidature ai David di Donatello 2024

Era prevedibile, visto l’incredibile successo di critica e pubblico, ma solo da ieri è ufficiale: i David di Donatello 2024, così come la passata stagione cinematografica italiana, saranno segnati indelebilmente dal ciclone C’è ancora domani. Il film di Paola Cortellesi, trionfante sui kolossal statunitensi al botteghino, ha ricevuto infatti la bellezza di 19 candidature, praticamente una per categoria, raggiungendo il record assoluto. Sulla scia del film presentato alla Festa del cinema di Roma troviamo poi il candidato all’Oscar Io capitano (forte di 15 candidature), il gioiello La chimera (13) e il film storico dell’inossidabile Marco Bellocchio, Rapito (11). Pellicole, queste, candidate in tutte le categorie principali.

Seguono poi a ruota Comandante di Edoardo De Angelis, con la bellezza di 10 nominations, Il sol dell’avvenire di Nanni Moretti, con 7, il sociale Palazzina Laf (5), il crudo Adagio (5) e il particolarissimo (almeno per il nostro cinema) L’ultima notte di Amore, con quattro. Detto questo (e al netto dei premi già conferiti, come quello “dello spettatore”, conquistato, ovviamente, da C’è ancora domani, e quello per il miglio cortometraggio, ottenuto da The Meatseller di Margherita Giusti), qui di seguito trovate tutte le candidature.

David Giovani

  • C’è ancora domani, di Paola Cortellesi
  • Comandante, di Edoardo De Angelis
  • Io capitano, di Matteo Garrone
  • L’ultima volta che siamo stati bambini, di Claudio Bisio
  • Stranizza d’amuri, di Giuseppe Fiorello

Miglior film internazionale

  • Anatomia di una caduta, di Justine Triet
  • As bestas, di Rodrigo Sorogoyen
  • Foglie al vento, di Aki Kaurismäki
  • Killers of the Flower Moon, di Martin Scorsese
  • Oppenheimer, di Christopher Nolan

Miglior documentario

  • Enzo Jannacci – Vengo anch’io, di Giorgio Verdelli
  • Io, noi e Gaber, di Riccardo Milani
  • Laggiù qualcuno mi ama, regia di Mario Martone
  • Mur, regia di Kasia Smutniak
  • Roma, santa e dannata, regia di Daniele Ciprì

Migliori effetti speciali visivi

  • Stefano Leoni e Flaminia Maltese – Adagio
  • Kevin Tod Haug e Stacey Dodge – Comandante
  • Fabio Tomassetti e Daniele Tomassetti – Denti da squalo
  • Laurent Creusot e Massimo Cipollina – Io capitano
  • Rodolfo Migliari e Lena Di Gennaro – Rapito

Miglior suono

  • C’è ancora domani
  • Comandante
  • Il sol dell’avvenire
  • Io capitano
  • La chimera

Miglior montaggio

  • Valentina Mariani – C’è ancora domani
  • Marco Spoletini – Io capitano
  • Giogiò Franchini – L’ultima notte di Amore
  • Nelly Quettier – La chimera
  • Francesca Calvelli e Stefano Mariotti – Rapito

Miglior acconciatura

  • Teresa Di Serio – C’è ancora domani
  • Massimo Gattabrusi – Comandante
  • Stefano Ciammitti e Dalia Colli – Io capitano
  • Daniela Tartari – La chimera
  • Alberta Giuliani – Rapito

Miglior trucco

  • Antonello Resch, Lorenzo Tamburini, Michele Salgaro Vaccaro e Francesca Galafassi – Adagio
  • Ermanno Spera – C’è ancora domani
  • Paola Gattabrusi e Lorenzo Tamburini – Comandante
  • Dalia Colli e Roberta Martorina – Io capitano
  • Enrico Iacoponi – Rapito

Migliori costumi

  • Alberto Moretti – C’è ancora domani
  • Massimo Cantini Parrini – Comandante
  • Stefano Ciammitti – Io capitano
  • Loredana Buscemi – La chimera
  • Sergio Ballo e Daria Calvelli – Rapito

Miglior scenografia

  • Paola Comencini e Fiorella Cicolini – C’è ancora domani
  • Carmine Guarino e Iole Autero – Comandante
  • Dimitri Capuani e Roberta Troncarelli – Io capitano
  • Emita Frigato e Rachele Meliadò – La chimera
  • Andrea Castorina e Valeria Vecellio – Rapito

Miglior canzone originale

  • Adagio, Subsonica – Adagio
  • La vita com’è, Brunori Sas – Il più bel secolo della mia vita
  • Baby, Andrea Farri e Seydou Sarr – Io capitano
  • ‘O Dj (Don’t Give Up), Liberato – Mixed by Erry
  • La mia terra, Diodato – Palazzina Laf

Miglior colonna sonora

  • Subsonica – Adagio
  • Lele Marchitelli – C’è ancora domani
  • Franco Piersanti – Il sol dell’avvenire
  • Andrea Farri – Io capitano
  • Santi Pulvirenti – L’ultima notte di Amore

Migliore autore della fotografia

  • Davide Leone – C’è ancora domani
  • Ferran Paredes Rubio – Comandante
  • Paolo Carnera – Io capitano
  • Hélène Louvart – La chimera
  • Francesco Di Giacomo – Rapito

Migliore attore non protagonista

  • Giorgio Colangeli – C’è ancora domani
  • Elio Germano – Palazzina Laf
  • Adriano Giannini – Adagio
  • Vinicio Marchioni – C’è ancora domani
  • Silvio Orlando – Il sol dell’avvenire

Migliore attrice non protagonista

  • Barbora Bobulova – Il sol dell’avvenire
  • Emanuela Fanelli – C’è ancora domani
  • Alba Rohrwacher – La chimera
  • Isabella Rossellini – La chimera
  • Romana Maggiora Vergano – C’è ancora domani

Miglior attore protagonista

  • Antonio Albanese – Cento domeniche
  • Valerio Mastandrea – C’è ancora domani
  • Pierfrancesco Favino – Comandante
  • Josh O’Connor – La chimera
  • Michele Riondino – Palazzina Laf

Miglior attrice protagonista

  • Linda Caridi – L’ultima notte di Amore
  • Paola Cortellesi – C’è ancora domani
  • Isabella Ragonese – Come pecore in mezzo ai lupi
  • Micaela Ramazzotti – Felicità
  • Barbara Ronchi – Rapito

Miglior produzione

  • Mario Gianani e Lorenzo Gangarossa per Wildside, Vision Distribution in collaborazione con Sky e Netflix – C’è ancora domani
  • Nicola Giuliano, Francesca Cima, Carlotta Calori, Viola Prestieri per Indigo Film, Pierpaolo Verga, Edoardo De Angelis per O’ Groove, Paolo Del Brocco per Rai Cinema, Attilio De Razza per Tramp Limited, Mariagiovanna De Angelis per Vgroove, Antonio Miyakawa per Wise Pictures – Comandante
  • Giulia Achilli, Marco Alessi, Lionel Massol, Pauline Seigland e André Logie – Disco Boy
  • Archimede, Rai Cinema, Pathe e Tarantula – Io capitano
  • Carlo Cresto-Dina con Rai Cinema – La chimera

Miglior sceneggiatura non originale

  • Pietro Marcello, Maurizio Braucci e Maud Ameline – Le vele scarlatte
  • Giorgio Diritti e Fredo Valla – Lubo
  • Emma Dante, Elena Stancanelli e Giorgio Vasta – Misericordia
  • Sydney Sibilia e Armando Festa – Mixed by Erry
  • Marco Bellocchio, Susanna Nicchiarelli – Rapito

Miglior sceneggiatura originale

  • Furio Andreotti, Giulia Calenda e Paola Cortellesi – C’è ancora domani
  • Francesca Marciano, Nanni Moretti, Federica Pontremoli e Valia Santella – Il sol dell’avvenire
  • Matteo Garrone, Massimo Gaudioso, Massimo Ceccherini e Andrea Tagliaferri – Io capitano
  • Alice Rohrwacher, Marco Pettenello e Carmela Covino – La chimera
  • Maurizio Braucci e Michele Riondino – Palazzina Laf

Miglior regista esordiente

  • Paola Cortellesi – C’è ancora domani
  • Giacomo Abbruzzese – Disco Boy
  • Micaela Ramazzotti – Felicità
  • Michele Riondino – Palazzina Laf
  • Giuseppe Fiorello – Stranizza d’amuri

Miglior regista

  • Nanni Moretti – Il sol dell’avvenire
  • Matteo Garrone – Io capitano
  • Andrea Di Stefano – L’ultima notte di Amore
  • Alice Rohrwacher – La chimera
  • Marco Bellocchio – Rapito

Miglior film

  • C’è ancora domani, di Paola Cortellesi
  • Il sol dell’avvenire, di Nanni Moretti
  • Io capitano, di Matteo Garrone
  • La chimera, di Alice Rohrwacher
  • Rapito, di Marco Bellocchio

E voi, per chi fate il tifo? Lo sapete che il film più candidato ai David di Donatello 2024 è stato tra i più visti dell’anno passato? Fateci sapere!

Facebook
Twitter