Colombiana, spiegazione del finale: cosa succede a Cataleya?

Zoe Saldana nei panni della protagonista nel film Colombiana

Stasera, su Italia 1, andrà in onda Colombiana, il film thriller del 2011 diretto da Olivier Megaton, scritto e co-prodotto da Luc Besson, con protagonista Zoe Saldana nei panni di una spietata assassina in cerca di vendetta. Il film è un adrenalinico mix di azione, dramma e suspense, che racconta la storia di Cataleya Restrepo, una donna che ha assistito all’omicidio dei suoi genitori da bambina e che ha dedicato la sua vita a trovare e uccidere i responsabili.

Cataleya, interpretata da Zoe Saldana (che di recente ha smentito alcune affermazioni di James Cameron riguardo ad Avatar 3) è una bambina colombiana che assiste all’omicidio dei suoi genitori da parte di un boss della droga, Don Luis. Scappa negli Stati Uniti e si rifugia dallo zio Emilio, che la addestra a diventare un’assassina professionista. Cataleya lavora per lo zio come sicaria di giorno, ma di notte si dedica a uccidere i collaboratori di Don Luis, lasciando una firma floreale su ogni sua vittima. Il suo obiettivo è vendicarsi del responsabile della morte dei suoi genitori, che si è nascosto con l’aiuto della CIA. 

Il finale del film lascia alcune domande aperte: cosa succederà a Cataleya dopo aver compiuto la sua vendetta? Riuscirà a rifarsi una vita normale o continuerà a essere braccata dall’FBI? E cosa ne sarà di Danny?

Da qui in poi si parla del finale, quindi occhio agli SPOILER!

Il rapporto tra Cataleya e Danny è uno degli elementi più importanti del film, perché mostra il lato umano e vulnerabile della protagonista. Cataleya si innamora di Danny perché lo vede come una persona sincera e innocente, diversa dal mondo violento e corrotto in cui vive. Danny rappresenta per lei una possibilità di avere una vita normale e felice. Tuttavia, Cataleya non riesce a fidarsi completamente di Danny e a rivelargli la sua vera identità, perché teme di metterlo in pericolo. Quando Danny mostra la sua foto a un suo amico, Cataleya viene scoperta dall’FBI e deve fuggire.

Nonostante questo, Cataleya non abbandona Danny e lo chiama per dirgli la verità e chiedergli scusa. Questo gesto dimostra che Cataleya lo ama davvero e che lo perdona per il suo errore. Inoltre, le dice il suo vero nome, un segno di intimità e di fiducia. Il finale del film lascia aperta la possibilità che Cataleya e Danny si possano ritrovare e avere una seconda chance. Cataleya chiama Danny da una cabina telefonica in una stazione di servizio e gli dice che sta bene e che lo ama. Danny le dice di aspettarlo e che la raggiungerà presto. 

Colombiana è un film che parla di vendetta, ma anche di redenzione (un po’ come tanti film scritti da Luc Besson). Cataleya è una donna che ha dedicato la sua vita a cercare giustizia per i suoi genitori, sacrificando tutto il resto. Il suo percorso è segnato dalla violenza, dalla solitudine e dal dolore. Tuttavia, non perde mai la sua umanità e il suo desiderio di amare e di essere amata. Il film mostra come la vendetta non sia una soluzione definitiva, ma solo una forma di liberazione temporanea. 

La sua vendetta non cambia il sistema criminale e corrotto che ha causato la sua tragedia. Il film suggerisce quindi che la vera salvezza di Cataleya sia l’amore. Solo attraverso l’amore per Danny, Cataleya può trovare un senso alla sua vita e una speranza per il futuro. L’amore le permette anche di perdonare se stessa e gli altri, e di accettare la sua identità.

L’amore è l’unico elemento che può contrastare il ciclo di violenza e di odio in cui vive Cataleya. Colombiana è quindi un film che invita a riflettere sul valore della vita, della famiglia e dell’amore, e sulle conseguenze delle scelte che facciamo.

Facebook
Twitter