Christopher Nolan su Warner: “Non è così che si trattano i registi”

Non molti giorni fa Warner ha rivelato al mondo la nuova strategia per far fronte alla crisi che sta mettendo in ginocchio l’industria cinematografica: rilasciare le nuove pellicole sia nei cinema che in streaming, questione che non è piaciuta a Christopher Nolan.

Ovviamente Warner con questa mossa gioca in difesa, sperando di far guadagnare sottoscrizioni alla propria piattaforma streaming, ovvero HBO Max, in quanto fatica a competere con realtà ben più rodate.

In molti hanno sollevato perplessità circa tale decisione, tra questi, appunto, Christopher Nolan, che ha affermato:

“Alcuni dei nostri più grandi talenti e più importanti attori dell’industria cinematografica sono andati a letto la sera prima pensando di star lavorando per il miglior studio cinematografico, e si sono svegliati scoprendo di star lavorando per il peggior servizio streaming. Warner Bros aveva una macchina incredibile per far funzionare il lavoro di un regista in tutto il mondo, sia nei cinema che a casa, e la stanno smantellando mentre parliamo. Non capiscono nemmeno cosa stanno perdendo. La loro decisione non ha senso economico, e anche il meno quotato investitore di Wall Street può vedere la differenza tra interruzione e guasto.”

Ecco il trailer del suo ultimo successo: Tenet.

Il regista ha poi continuato:

Sono incredulo, specialmente per il modo in cui l’hanno fatto. C’è una tale controversia attorno perché non l’hanno detto a nessuno. Per il 2021 avevano alcuni dei migliori registi del mondo, alcune delle migliori star del mondo che hanno lavorato per anni su questi progetti che avevano a cuore e che erano pensati per essere esperienze per il grande schermo. Avrebbero dovuto uscire per il pubblico più ampio possibile, e ora sono usate come articoli scontati per il servizio streaming, un servizio streaming alle prime armi, senza alcuna consultazione. Per cui è molto controverso, ed è un disastro. Uno specchiettto per le allodole. Non è così che si trattano registi, attori e gente che hanno dato tanto ai loro progetti. Meritavano di esere consultati e di discutere su quello che stava per succedere ai loro lavori.”

Seguiteci su Ciakclub.

Facebook
Twitter