Cherry: il trailer del nuovo film dei fratelli Russo con Tom Holland

Si chiama Cherry il nuovo film con Tom Holland dei fratelli Anthony e Joe Russo, e uscirà in America il prossimo 26 febbraio. Gli stessi registi hanno condiviso, tramite il loro profilo Twitter, il primo trailer del film. In Italia, così come nel resto del mondo, Cherry sarà disponibile su NowTV a partire dal 12 marzo.

L’opera si ispira alla storia vera di Nico Walker, l’autore del romanzo da cui il film è tratto; Tom Holland interpreta un ex medico dell’esercito di ritorno dalla guerra in Iraq affetto da un disturbo da stress post-traumatico. A causa degli orrori vissuti, sviluppa una dipendenza da oppiacei e inizia a rapinare banche. Potete vedere il trailer qui:

https://twitter.com/Russo_Brothers/status/1347716319114719232?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1347718875396374528%7Ctwgr%5E%7Ctwcon%5Es2_&ref_url=https%3A%2F%2Fwww.badtaste.it%2Farticoli%2Fcherry-ecco-tom-holland-nel-primo-trailer-del-nuovo-film-dei-fratelli-russo%2F

Cherry è il primo film dei Fratelli Russo dopo Avengers: Endgame. La sceneggiatura è stata scritta da Jessica Goldberg insieme a Angela Otstot. Nel cast, oltre a Holland, troviamo Ciara Bravo, Bill Skarsgard, Jack Reynor, Forrest Goodluck, Jeff Wahlberg, Michael Gandolfini e Kyle Harvey.

Oltre all’entusiasmo e alla curiosità, il trailer di Cherry ha scatenato vari commenti sui social per un motivo particolare: molti utenti hanno infatti notato una somiglianza tra il personaggio di Holland e il Peter Parker di Tobey Maguire. Nonostante il ruolo sia molto diverso rispetto a Spider Man, il suo aspetto ricorda in qualche modo il supereroe interpretato da Tobey Maguire. “Dicevano che tutti e tre gli Spider-Man sarebbero stati nel terzo film, ma non hanno mai detto che li avrebbe interpretati tutti @TomHolland1996. Lo penso solo io, o qui sembra un sacco @TobeyMaguire?” sostiene qualcuno su Twitter.

Intanto i fratelli Russo hanno già in mente vari altri progetti, alcuni dei quali destinati allo streaming. A proposito di questa soluzione, Joe Russo ha spiegato: “Non tutti possono permettersi il lusso di andare al cinema. Puoi raggiungere un pubblico più vasto e non devi sottostare a metriche prestabilite, come il box office del primo week-end, che finiscono anche per essere inappropriate perché non tutti i film sono concepiti per stabilire record al botteghino. Botteghino che finisce anche per avere dei contraccolpi negativi sulla storia, sul come un film viene percepito dalla stampa o dal pubblico tanto che, appunto, quella [la distribuzione in sala, ndr.] potrebbe non necessariamente essere la maniera migliore per far vedere un film.”

Questo e molto altro su CiakClub.it

 

Facebook
Twitter