Carlo Verdone spiega perché ha posizionato una telecamera in casa

Carlo Verdone in una recente intervista ha raccontato che, viste le continue denunce di molestie sessuali che ogni giorno vengono sporte soprattutto nell’ambito cinematografico, per tutelarsi da eventuali accuse infondate, ha posizionato sul pianerottolo di casa sua una videocamera sempre in funzione.

Ecco le sue parole:

La tengo sempre in funzione. L’ho messa perché, soprattutto la domenica pomeriggio, iniziava a ripetersi troppo spesso la stessa scena. Qualcuno mi suona alla porta. Dato che non ha citofonato, io apro pensando che si tratti di un vicino del palazzo. Invece mi piombano in casa gruppi di ragazzi che vogliono filmarsi insieme a me. Magari fanno una videochiamata con la sorella, la fidanzata o la madre e dicono ‘Guarda ma’, sto a casa de Verdoneee'”

Spesso però è capitato che a bussare fossero alcune ragazze con un comportamento bizzarro. Per questo motivo l’idea di filmare tutto quanto:

In qualche caso si sono presentate anche delle ragazze da sole. Imploravano: ‘Non mi cacciare via, non mi denunciare! Voglio solo lasciarti un cd per farti ascoltare le mie imitazioni…’ e poi puntualmente svenivano o si facevano prendere da un attacco di panico. Siccome questi episodi avvenivano nell’ingresso di casa, con la porta aperta, ho pensato che sarebbe stato prudente filmarli. Casomai ad una di quelle fosse venuta l’idea di graffiarsi in faccia e poi andare a dire in commissariato che le ero zompato addosso

Questo sistema pare essere davvero efficace contro ragazze e ragazzi che, in malafede, decidessero di approfittare della disponibilità del celebre attore.

Nel frattempo il nuovo lungometraggio di Carlo Verdone sta per essere rilasciato.

Si vive una volta sola verrà proiettto per la prima volta il 20 gennaio 2021.

E voi, cosa ne pensate di questa scelta di Carlo Verdone?

Fatecelo sapere nei commenti e, per questa ed altre interessanti news, venite a trovarci sul nostro sito: Ciakclub.

 

Facebook
Twitter