Billy Elliot: la storia vera del ballerino che ispirò il film

In onda questa sera Billy Elliot, pellicola inglese del 2000 diretta da Stephen Daldry e interpretata da Jamie Bell. Un cult assoluto sul mondo della danza classica e sui pregiudizi sociali che lo circondano. Ma qual è la storia vera che si cela dietro il film?
Jamie Bell (Billy Elliot) in una scena del film Billy Elliot

In onda questa sera, 4 gennaio 2024, su Italia 1 alle 21:20 Billy Elliot, pellicola inglese del 2000 scritta da Lee Hall e diretta da Stephen Daldry.Grandissimo successo di critica e di pubblico, Billy Elliot incassò a livello globale circa 109 milioni di dollari, a fronte dei 5 milioni spesi. La pellicola ha ricevuto tre nomination agli Academy Awards: Miglior regia, Miglior sceneggiatura originale e miglior attrice non protagonista a Julie Walters.

Il protagonista della pellicola è Jamie Bell, che lo abbiamo riscoperto in una pellicola di fantascienza con Samuel L. Jackson. Nel 2004 la rivista Total Film ha inserito Billy Elliot alla 39esima posizione nella classifica dei migliori film inglesi di sempre. Dal film di Stephen Daldry è stato tratto un musical teatrale con musiche di Elton John e testi di Lee Hall.

La storia di Billy Elliot la conosciamo praticamente tutti: nella contea di Durham un ragazzo di 11 anni di nome Billy vive in una famiglia proletaria e sogna di diventare un ballerino di danza classica. Sotto i duri insegnamenti di Mrs. Wilkinson, Billy arriverà a sostenere un’audizione per la prestigiosa Royal Ballet School londinese, nonostante le ostilità del padre che preferirebbe vederlo gareggiare nella boxe.

Billy Elliot rappresenta una delle pellicole più celebri sul mondo della danza classica, tematica ripresa da un biopic del 2023 dai risvolti drammatici. Un vero e proprio cult entrato a tutti gli effetti nell’immaginario collettivo. Ma non tutti sanno che Billy Elliot è ispirato a una storia vera. Stiamo parlando del ballerino Philip Mosley, che in un’intervista del 2000 rilasciata al Digital Journal dichiarò: “Gran parte della storia di Billy Elliot è anche la mia storia”.  

Philip Mosley è nato in Inghilterra, anche lui in una famiglia di operai come Billy. Fin da piccolo sognava di diventare un famoso ballerino di danza classica, ritrovandosi così a combattere contro i preconcetti dei coetanei e dei familiari. Ma i genitori dovettero presto ricredersi quanto compresero il talento per la danza di Philip, che a circa nove anni vinse una borsa di studio presso la Royal Ballet School a White Lodge e si trasferì a Londra. Attualmente Philip Mosley è il direttore artistico della Royal Ballet School.

Una carriera ricca di successi e costellata di prestigiosi riconoscimenti. Una storia bella ed emozionante che ci insegna l’importanza di inseguire i propri sogni e di ribellarsi ai pregiudizi sociali. Non perdetevi questa sera in tv Billy Elliot, una fiaba a lieto fine ispirata a un’emozionante storia vera.

Facebook
Twitter