Bella Ramsey guida la carica: 10 attrici UNDER 30 su cui puntare

Abbiamo vagliato numerosissime ipotesi, ma alla fine abbiamo raggiunto un compromesse. Ecco la lista delle attrici su cui punteremmo le nostre fiches. Bella Ramsey, Jenna Ortega, Zendaya, ma non solo.
Sadie Sink (Max Mayfield in Stranger Things), Margaret Qualley (Pussycat in C'era una volta a Hollywood), Bella Ramsey (Ellie Williams in The Last of Us), Zendaya (Chani Kynes in Dune) e Jenna Ortega (Mercoledì Addams) fra le attrici UNDER 30 più promettenti di Hollywood

Nel mondo del cinema fare previsioni non è cosa facile. Quante volte le premesse sono state deluse e le aspettative non rispettate? Questo discorso vale per i film, certamente, ma anche per gli attori e le attrici, le cui carriere frenetiche prendono talvolta pieghe totalmente imprevedibili. Le parabole che attendono i giovani interpreti (specialmente ad Hollywood) sono totalmente oscure e immerse nel mistero: il cinema stesso è un mistero, da questo punto di vista. Oggi tutti diremmo che, ad esempio, una giovane stella come Bella Ramsey avrà una carriera sfavillante. Ma domani, chissà?

Le parabole degli interpreti hollywoodiani talvolta conducono alla rovina. In altri casi alla gloria. In altri ancora ad incredibili e commoventi rinascite. Saperlo con anticipo è impossibile, ma a noi piacciono le sfide. Per questa ragione abbiamo provato a fare una previsione, sfidando (indirettamente, s’intende) le regole non scritte del cinema di Hollywood. Per questa ragione abbiamo fatto il tentativo di buttare giù una lista di dieci attrici UNDER 30 dall’avvenire artistico, secondo noi, molto promettente.

Redigere la lista non è stato un compito di semplice soluzione. Innanzitutto perché ridurre a solo dieci nomi un parterre pieno di talento non è stato per niente facile. In secondo luogo perché il futuro è, appunto, impossibile da leggere con anticipo, e una interprete che appare dal sicuro avvenire potrebbe poi perdersi nel vorticante mondo hollywoodiano. Nonostante questo, noi siamo quanto mai convinti che le interpreti protagoniste del nostro articolo saranno in grado di ricompensare la nostra fiducia, proseguendo e, forse, migliorando, quanto fatto finora nelle loro giovani carriere.

Bella Ramsey (20 anni)

Bella Ramsey è Ellie Williams in una scena della serie The Last of Us

Fin dalle sue prime apparizioni in alcune puntate della serie Il trono di spade, Bella Ramsey ha mostrato un grande talento e una carisma invidiabile. L’attrice, nata nel 2003, la più giovane della nostra talentuosa lista, ha poi proseguito la sua embrionale carriera con il film Judy, dove recita a fianco della premio Oscar Renée Zellweger, e con Catherine di Lena Dunham, pellicola che le è valsa numerosi riconoscimenti come giovane attrice. Ma è stata nuovamente la serialità a rimarcare il talento dell’interprete britannica. Grazie al ruolo di Ellie Williams in The Last of Us, Ramsey si è definitivamente imposta nel panorama internazionale, mostrando con grande consapevolezza le sue grandissime doti. In attesa dei suoi prossimi passi (tra cui The Last of Us 2, già annunciata), noi non possiamo fare altro che inserirla nella nostra lista e augurarle una grande carriera.

Jenna Ortega (21 anni)

Jenna Ortega (Mercoledì Addams) e Mano in una scena della serie Mercoledì

Cresciuta a pane e slasher, la classe ’02 Jenna Ortega è ormai una star a tutti gli effetti., quanto mai influente anche al di fuori dallo schermo. Lanciata dagli horror, sia d’autore (come X: A Sexy Horror Story) che realizzati per il grande pubblico (Oltre i confini del male – Insidious 2 e due capitoli della saga di Scream, nella quale però non comparirà più), l’attrice è diventata nota al grande pubblico per la sua performance nei panni di Mercoledì Addams nella serie televisiva a lei dedicata, Mercoledì, diventata in brevissimo uno dei prodotti targati Netflix più visti in assoluto. Con qualche interessante apparizione in film più piccoli (con successi altalenanti), Ortega ha certamente dimostrato, con la sua recitazione ombrosa, un grande talento. Sarà brava a trasferirlo in altri generi, oltre all’horror? Siamo certi di sì, se le verrà data la possibilità.

Sadie Sink (21 anni)

Sadie Sink è Max Mayfield in una scena della serie Stranger Things

Tra i giovani interpreti di Stranger Things, Sadie Sink si è distinta fin dalle sue prime apparizioni. Il ruolo di Maxine “Max” Mayfieldè perfetto per la sua grande forza interpretativa e per il carisma che traspare in abbondanza. Nonostante la serie abbia letteralmente fatto esplodere la sua carriera, la giovane interprete ha manifestato fin da subito l’intenzione di non fermarsi ai giocattoloni d’autore prodotti da Netflix. L’ultima stagione cinematografica l’ha infatti vista protagonista a fianco di Brendan Fraser nel drammatico The Whale, dove interpreta la ribelle figlia del protagonista (un personaggio interessante, meglio interpretato da Sink che scritto per il cinema da Samuel D. Hunter). Il futuro non è scritto, è ovvio, ma la strada verso un cinema impegnato e d’autore sembra tracciata. Noi attendiamo con ansia gli sviluppi.

Rachel Zegler (22 anni)

Rachel Zegler è Maria in una scena del film West Side Story

La storia di Hailee Steinfeld è molto simile a quella di un’altra giovane interprete: Rachel Zegler. Scelta personalmente da Steven Spielberg per il ruolo di Maria nella sua versione del musical West Side Story, Zegler si è subito imposta come ottima interprete e grande cantante (Golden Globe conquistato al primo ruolo cinematografico e a un passo dalla nomination al premio Oscar). La sua carriera ha fin qui mostrato un solo difetto: le sue scelte. Dopo il film di Spielberg, Zegler si è dedicata al clamoroso flop Shazam – La furia degli dei, al discusso Hunger Games – La ballata dell’usignolo e del serpente e al già criticatissmo (nonostante la sua uscita sia prevista solo nel 2025) Biancaneve. Con scelte meno controverse e un po’ più mirate, la carriera di Rachel Zegler potrebbe diventare davvero memorabile.

Thomasin McKenzie (23 anni)

Thomasin McKenzie in una scena del film Jojo Rabbit

La carriera della neozelandese Thomasin McKenzie, iniziata da giovanissima, è stata fin dal principio caratterizzata da collaborazioni con autori di tutto rispetto. Dopo un piccolo ruolo nel kolossal di Peter Jackson Lo Hobbit – La battaglia delle cinque armate, l’attrice si è dedicata ad interessanti pellicole indipendenti (Senza lasciare traccia di Debra Granik, The Kelly Gang di Justin Kurzel e Ultima notte a Soho di Edgar Wright), senza tuttavia rinunciare alla partecipazione a pellicole di spessore autoriale con ambizioni di andare “a premio come Jojo Rabbit, ruolo che le ha dato la fama internazionale, e Il potere del cane, dove ricopre una parte piccola ma significativa. Dopo due candidature a migliore interprete emergente ai Critics’ Choice Awards, McKenzie è attesa dal primo film da protagonista assoluta, Eileen. E noi aspettiamo la aspettiamo trepidanti.

Zendaya (27 anni)

Zendaya in una scena della serie Euphoria

Il nome di Zendaya è giustamente sulla bocca di tutti. Dopo i debutti nella serialità “per adolescenti” prodotta da Disney, l’attrice statunitense si è dedicata a numerosissime opere che vanno dal blockbuster targati Marvel (il ruolo di MJ nei film su Spider-Man hanno reso l’interprete una vera star), ai kolossal d’autore (Dune), fino ad arrivare a opere più particolari come Malcolm & Marie e Challengers di Luca Guadagnino, in uscita il prossimo anno. Con un Emmy già portato a casa per la sua profonda performance in Euphoria (fin qui senza dubbio la sua migliore interpretazione), la strada per un successo ancora maggiore sembra segnata (e giustificata). Nonostante questo, Zendaya ha ancora tutto da dimostrare. Di certo c’è che le premesse promettono grandezza e, se tutto andrà bene, grandezza sarà. Vedremo.

Florence Pugh (27 anni)

Florence Pugh in una scena del film Piccole donne

Okay, okay, Florence Pugh è ben più che una promessa, lo sappiamo. L’attrice britannica, sulle scene da ormai dieci anni, è ormai una grande certezza del cinema, hollywoodiano e non solo. Sempre a cavallo tra piccoli film indipendenti (Lady Macbeth, Il prodigio), il cinema d’autore (Midsommar – Il villaggio dei dannati, Piccole donne) e i blockbuster di stampo commerciale (Black Widow e il futuro Thunderbolts), Pugh si è sempre resa protagonista di ottime interpretazioni, vividissime e sfacciate. Senza mai rinunciare al prendersi dei rischi (come ha fatto in un film come Don’t Worry Darling, in cui la sua ottima prova è stata un po’ sacrificata sull’altare del gossip), Florence Pugh è certamente una delle stelle più splendenti del panorama internazionale. Dopo averla recentemente ammirata in un film gigantesco come Oppenheimer, non possiamo far altro che aspettare i prossimi sviluppo della sua carriera (uno, in realtà, lo conosciamo già: Dune – Parte due).

Hailee Steinfeld (27 anni)

Hailee Steinfeld è Kate Bishop in una scena della serie Hawkeye

Se a tredici anni i fratelli Coen vedono in te la protagonista perfetta del loro film, vuol dire che un po’ di talento ce l’hai. E Hailee Steinfeld di talento ne ha in abbondanza. La poliedrica artista (recita, canta e doppia con eguale successo), lanciata dai Coen nel film Il Grinta, è sulle scene da ormai quindici anni. Dopo il successo enorme riscosso al debutto (nomination a numerosissimi premi e il plauso incondizionato della critica), l’attrice ha recitato in numerose opere, alcune interessanti, altre decisamente meno, proseguendo parallelamente la sua carriera di cantante. Approdata nel Marvel Cinematic Universe con la serie Hawkeye, Steinfeld è una delle colonne portanti su cui si poggerà il futuro del franchise. Le spalle larghe le ha, speriamo però riesca a reggere il peso di una saga sempre più vacillante.

Margaret Qualley (29 anni)

Margaret Qualley e Brad Pitt in una scena del film C'era una volta a... Hollywood

Nonostante la “nobile” ascendenza, Margaret Qualley non è certo un’attrice raccomandata. Sulle scene fin da prima dei vent’anni, l’interprete ha fatto parecchia gavetta, cimentandosi in tantissimi ruoli minori. Poi, nel 2019, la svolta, grazie alla partecipazione a C’era una volta a… Hollywood di Quentun Tarantino, nel ruolo della giovane hippie Pussycat. Da lì, la sua carriera ha accelerato: la partecipazione da protagonista nella serie televisiva Maid (per la quale è stata candidata a numerosi premi e dove recita con la mamma, Andie McDowell) ha confermato il suo talento, quelle a Povere Creature! (Leone d’Oro all’ultimo Festival di Venezia, nonché frontrunner assoluto della prossima corsa agli Oscar) e Drive-Away Dolls (dove Qualley è diretta nientemeno che da uno dei due fratelli Coen, Ethan) si apprestano a sublimarlo. Non chiamatela “figlia di…”.

Saoirse Ronan (29 anni)

Saoirse Ronan in una scena del film Lady Bird

Definire Saoirse Ronan una promessa è un peccato capitale. A nemmeno trent’anni, l’interprete irlandese è sulle scene da almeno quindici, ha alle spalle quattro nominations agli Oscar (la più giovane a raggiungere il traguardo insieme a Jennifer Lawrence) ed è una delle attrici più amate dal nuovo cinema hollywoodiano (Wes Anderson l’ha adottata, Greta Gerwig ne ha fatto la sua musa e il suo alter ego). Tutto liscio, se non fosse che il suo talento non è ancora arrivato appieno al grande pubblico, facendo rimanere Ronan e le sue performance racchiuse in una nicchia per appassionati, cinefili e addetti ai lavori. Male, malissimo. Ma è solo questione di tempo: il talento dell’attrice è troppo grande ed evidente perché non riceva, prima o poi, l’amore che merita, dal piccolo e dal grande pubblico. Noi aspettiamo (e supportiamo).

Facebook
Twitter