Behind Enemy Lines: la storia vera dietro al film con Owen Wilson

Torna questa sera in TV il film Behind Enemy Lines. Owen Wilson protagonista assoluto interpreta il tenente Burnett in una eroica impresa di sopravvivenza in Bosnia. Solo e disperso in campo nemico. Le coraggiose gesta si rifanno alla storia vera del capitano Scott O’Grady.
Owen Wilson in una scena del film Behind Enemy Lines

Oggi, 15 marzo 2024, va in onda in TV il film Behind Enemy Lines. Sarà trasmesso su Rai Movie, dalle 21:10. La pellicola del 2001 vede protagonisti Owen Wilson e Gabriel Macht, l’uno navigatore e l’altro pilota di un F/A-18 Super Hornet. Chris Burnett e Jeremy Stackhouse.

I due tenenti sorvolano nei cieli della Bosnia. Quando divergono dalle rotte prestabilite per fotografare truppe di soldati nemici, vengono notati e abbattuti. Stackhouse, feritosi durante l’impatto al suolo e incapace di proseguire a piedi, cadrà nelle mani dei soldati serbi. Burnett riuscirà invece a lanciarsi in una fuga disperata e a mettersi in contatto con l’ammiraglio Reigart, che tenterà l’impossibile per rintracciarlo.

Le vicende della pellicola si ispirano alla storia vera del capitano Scott O’Grady. Nel 1995, affrontò una simile avventura. Ci sono però alcuni elementi e licenze narrative che si discostano dagli eventi originali. Scott, nel momento in cui venne colpito e abbattuto, era sì in Bosnia, ma per ragioni differenti rispetto ai due colleghi del film. Inoltre, non era bordo di un aereo, ma, bensì, di un elicottero. Il missile che colpì Scott danneggiò la leva che avrebbe permesso al pilota di eiettarsi fuori dall’abitacolo. Scott riuscì comunque a strapparsi dalle fiamme divampanti lanciandosi con il paracadute.

Da quel momento e per i 6 giorni successivi, Scott rimase nascosto, in pieno territorio nemico, e in preda al terrore di essere scoperto e di non riuscire a trovare sufficienti risorse per sopravvivere. Arrivò anche a cibarsi di fili d’erba e insetti, pur di non abbandonare il luogo dell’incidente. Spostarsi avrebbe infatti reso più complesso il ritrovamento da parte dei suoi, oltre che renderlo un più visibile bersaglio per i soldati nemici. A salvarlo fu poi il lancio di un razzo di segnalazione, grazie al quale venne intercettato.

Per rivivere questo eroico racconto attraverso l’interpretazione di Owen Wilson, vi ricordiamo l’appuntamento di questa sera su Italia 1 con Behind Enemy Lines. Se quanto avete letto finora ha catturato la vostra attenzione vi consigliamo anche la visione di Lone Survivor, dove l’operazione americana in Afghanistan Red Wings si trasformerà in una dura prova di resistenza e sopravvivenza.

Facebook
Twitter