Banklady: la storia vera di Gisela Werler

Banklady, il film del 2013 che racconta la storia di Gisela Werler, la donna che, insieme al suo complice e marito, rapinò 19 banche in Germania all’inizio degli anni '60, torna questa sera, 22 giugno 2024, in TV. Scopri in questo articolo la vera storia dietro al film.
Nadeshda Brennicke è Gisela Werler in una scena del film Banklady

Banklady è un heist movie del 2013 diretto da Christian Alvart, noto per il fanta-horror Pandorum – Universo parallelo. Il genere heist include quei film che seguono la storia di rapinatori, come Ocean’s Eleven e Gangster Story. Quest’ultimo, incentrato sulle figure di Bonnie e Clyde, ormai parte della cultura popolare, ha influenzato molto Banklady, soprattutto per il rapporto che si crea tra i personaggi principali. Proprio come Gangster Story racconta la storia vera della coppia di criminali Bonnie e Clyde, che imperversò negli Stati Uniti agli inizi degli anni ’30, Banklady si ispira alla storia vera di Gisela Werler, che rapinò ben 19 banche tra il 1965 e il 1967 in Germania.

Di cosa parla Banklady

Banklady, ambientato nella Germania dell’Ovest, precisamente ad Amburgo, racconta la storia di Gisela Werler, una donna impiegata in una fabbrica di carta da parati che anela a una vita di successi lontana dal lavoro dipendente. L’occasione si presenta quando conosce Hermann Wittorff, un tipo losco ma affascinante, che si rivela essere un rapinatore di banche. Gisela, sognando di uscire dalla routine giornaliera che la opprime, decide subito di proporsi a lui come complice, vedendo in lui una via di fuga da una vita che non sente di appartenerle.

Gisela, insieme a Hermann Wittorff, con il quale intraprende anche una relazione, inizia una vita all’insegna del pericolo, rapinando con lui una serie di banche e guadagnandosi il nome di “Signora delle banche” tra i principali media del periodo, diventando un personaggio amato e temuto dalle masse popolari. Come tutti i grandi rapinatori che si rispettino, anche Gisela ha alle calcagna chi è deciso a catturarla: il commissario di polizia Fischer, disposto a tutto pur di far rispettare la legge. Tra rapine e fughe, Gisela Werler farà di tutto pur di riuscire a mantenere in piedi la vita che si è creata insieme a Hermann Wittorff.

La storia vera dietro Banklady

Come detto all’inizio dell’articolo, Banklady è tratto da una storia vera. Il film, pur romanzando la storia per renderla narrativamente avvincente al grande pubblico, non si discosta molto dagli eventi reali. Infatti, la vera storia di Gisela Werler non differisce molto da quella raccontata nel paragrafo precedente. Gisela Werler, insieme a Hermann Wittorff, con il quale si sposò, compì 19 rapine fino a quando non vennero arrestati. Il 15 dicembre 1967, durante una rapina a Bad Segeberg, Wittorff sparò ai dipendenti della banca che si rifiutarono di consegnargli il bottino. Anche se la polizia era sulle loro tracce da molto tempo, fu quell’evento a permettere loro di catturarli.

Gisela e Hermann vennero condannati rispettivamente a nove e tredici anni di prigione. Gisela ottenne nove anni e mezzo, in quanto si disse che aveva agito spinta dall’amore per il proprio complice. Dopo il rilascio, Wittorff rapinò un’altra banca, mentre Gisela tornò a vivere una vita modesta fino alla sua morte, avvenuta nel 2003. Wittorff morì invece alla fine del 2009. Le storie di rapine esercitano sempre un certo fascino, anche se non dovrebbero, soprattutto quando si tratta di fatti realmente accaduti. Tuttavia, non possiamo fare a meno di amarle e questo ci porta a segnalarvi una lista di heist movie che abbiamo redatto in occasione dell’uscita del gioco GTA VI, che sembra essersi ispirato alle vicende di Bonnie e Clyde, le quali ricordano anche quelle di Gisela Werler e Hermann Wittorff.

Banklady, se non avete ancora avuto l’occasione di vederlo o se sentite il bisogno di un rewatch per immergervi in un mondo fatto di amori, rapine e fughe, vi aspetta questa sera 22 giugno 2024 alle ore 21.20 su Rai 4. Per non perdervi le novità su film e serie tv non dimenticate di mettere tra i preferiti la nostra pagina web CiakClub.it.

Facebook
Twitter