Bad Boys 4: spiegazione del finale del film con Will Smith

In molti eravamo spaventati che Will Smith non sarebbe tornato a interpretare l’agente Mike Lowrey nel nuovo capitolo della saga di Bad Boys - iniziata nel 1995. Il quarto film del franchise, invece, vede come protagonisti l’ormai iconico duo di attori e ci aspetta in questi giorni al cinema. Ecco spiegato il finale di Bad Boys 4!
Will Smith e Martin Lawrence in una scena del film Bad Boys 4

Dopo Bad Boys for Life, del 2020, il duo di registi Adil El Arbi e Bilall Fallah ritorna alla ribalta con Bad Boys 4, quarto capitolo della saga di Bad Boys iniziata nel 1995 da Michael Bay. Il film, oltre a riportare il franchise sulla scena dopo quattro anni, è anche la nuova chance di Will Smith al cinema – dopo l’episodio dello schiaffo che ha sconvolto gli Oscar e rallentato la sua carriera. Il film è da oggi (13 giugno 2024) in sala, ed ecco spiegato il finale!

Di cosa parla Bad Boys 4

La notizia dell’uscita di Bad Boys 4 era arrivata a gennaio del 2023, più di un anno fa. Mike e Marcus sono sempre i due agenti della polizia di Miama e le nuove leve nella polizia aggiungono comicità e azione alle trovate dei protagonisti. Ma Bad Boys 4 risolve anche alcune questioni delle trame dei precedenti film della saga: come la morte del capitano Howard, o la relazione di Mike e Armando (suo figlio). Insomma, riprende ciò che era rimasto in sospeso nei film precedenti, risolve le trame lasciate aperte e – sul finale – ne predispone di nuove per proseguire ancora a lungo la saga.

Di sicuro il processo che ha accusato Howard, dopo la morte, di avere collaborazioni in atto con la mafia rumena ha portato Mike e Marcus a volerci vedere chiaro sul caso. Ma la loro vicinanza al sospettato li rende a loro volta fuori legge e furtivi: per questo la loro indagine sarà condotta al di fuori della legge, da fuggitivi e svelerà grossi segreti sulla corruzione della polizia di Miama.

La spiegazione del finale di Bad Boys 4

Uno dei capitoli più avvincenti della trama di Bad Boys 4 riguarda il rapporto di Marcus (il personaggio di Martin Lawrence) con l’immortalità e la morte. Questa sottotrama sarà determinante alla fine del film perché Mike si trova a dover scegliere di preferire che McGrath uccida sua moglie Theresa o Marcus. Cavalcando la convinzione di Marcus di essere immortale, Mike gli spara facendo in modo di colpire il giubbotto antiproiettile, distrae McGrath e – in questo modo – riesce a metterlo fuori uso salvando la situazione.

Marcus quindi alla fine del film sopravvive al colpo sparatogli dall’amico e fa di nuovo i conti con la sua mortalità rimproverando Mike della pessima idea che ha avuto decidendo di sparargli per risolvere la questione.

Voi avete già visto Bad Boys 4 al cinema? Avete anche scoperto qual è il personaggio di quella star di Better Call Saul? Restate connessi per i nostri futuri approfondimenti sul film!

Facebook
Twitter