Attacco a Mumbai – Una vera storia di coraggio: la strage del 2008

Attacco a Mumbai - Una vera storia di coraggio è un film del 2019, ispirato dalla storia vera di alcuni attentato occorsi in India. Il film passerà in televisione questa sera. Se volete sapere di più sugli eventi reali, questo è il vostro articolo.
Nazanin Boniadi, Dev Patel e Armie Hammer in Attacco a Mumbai - Una vera storia di coraggio

Questa sera 20 Ottobre 2023, su Italia 1, alle ore 21:20, potete trovare Attacco a Mumbai – Una vera storia di coraggio. La pellicola, uscita un po’ in sordina nel nostro paese solo a metà 2019 (in Australia, primo paese in ordine di distribuzione, la pellicola fu resa disponibile fin dai primi giorni dell’anno) racconta della tragica serie di attentati occorsi in India il 26 Novembre 2008.

Il film conta un cast di grande livello composto da Dev Patel, Armie Hammer (di cui ormai si conoscono più le vicende off-screen che le performance in scena), Nazanin Boniadi (recentemente comparsa in una serie molto nota) e Jason Isaacs, chiamati ad interpretare personaggi variegati coinvolti negli attacchi nella città indiana. La pellicola racconta le vicende di alcuni lavoratori e ospiti di un albergo (il Taj Mahal Hotel di Mumbai), una delle reali location degli attacchi terroristici ai danni del paese asiatico.

Le vicenda raccontate da Attacco a Mumbai – Una vera storia di coraggio sono tragicamente reali. Il 26 Novembre 2008, alcune zone di Mumbai furono sottoposte a veri e propri attacchi terroristici rivendicati da organizzazioni terroristiche islamiche. Le location degli attacchi furono svariate e sparse per tutta la metropoli indiana. Tra queste ci furono la stazione e l’ospedale, il comando di polizia e alcune zone turistiche e commerciali, tra le quali, appunto, il Taj Mahal Hotel che compare nella pellicola di Anthony Maras. Le vittime di questi assalti incrociati furono 195, alle quali si sommano quasi 300 feriti. Tutti gli attentatori tranne uno (poi prontamente catturato) furono eliminati nei giorni degli attentati dalle autorità indiane.

Facebook
Twitter