Asteroid City: com’è stato girato? Ecco i set in miniatura (FOTO)

Asteroid City è al cinema, e tutti abbiamo osservato la bellezza dell'ultimo film di Wes Anderson. L'estetica è il suo forte, si sa, e soprattutto il modo in cui riesce a raggiungere tale perfezione. Scopri come sono state realizzate le meravigliose scenografie del film.
Asteroid City: com'è stato girato? Ecco i set in miniatura (FOTO)

Asteroid City è da poco nei cinema di tutto il mondo. Il film di Wes Anderson è esteticamente favoloso, sia per la fotografia, ma anche per la scenografia e l’espressività degli attori. Come poi si mischiano miniature e riprese è bellissimo, ennesimo atto d’amore da parte del regista nei confronti di questa tecnica non più tanto utilizzata. Ma esattamente, com’è stato girato il film?

Le foto dal set di Asteroid City

Il set del film è molto spoglio: una pompa di benzina, una tavola calda, delle case vancanza, un treno giallo e una rampa chiusa dopo soli sei metri. Infine ci sono il cratere e l’osservatorio. Wes Anderson ancora decide di non utilizzare la CGI, convinto che “quel tipo di tecnica influenza l’atmosfera del set e del cast, cambiando il film anche per lo spettatore“. Ha poi continuato: “Credo valga la pena fare uno sforzo e creare uno spazio vero, ma dipende dal film. Io sono affezionato a questi vecchi metodi, il film è girato anche in pellicola.

La bellezza del “miniaturismo” di Anderson, non sta nella riproduzione della realtà, ma nella creazione di una realtà propria. Un mondo in cui gli sfondi sono dipinti e avvolgenti e tutto è ricco di dettagli. Il pubblico coglie l’artificiosità dei film del regista, e proprio per questo deve cercare di sfruttarne i punti di forza, che spesso sono stilistici. Anche Nolan ha un’idea simile sulla realizzazione dei suoi film, in cui di solito la CGI è completamente assente, pur avendo una sensibilità completamente diversa. Basta osservare la scena dell’astronave per capire che questo tipo di scelta ha un potere affascinante.

Asteroid City è un gioiello, realizzato grazie a una tecnica eccezionale. E da sempre Wes Anderson, insieme a Simon Weisse (modellista e pittore di Wes già da L’isola dei cani), ha dimostrato di saper padroneggiare quest’arte come pochi altri al mondo. Alla prossima su Ciakclub.it

Facebook
Twitter