Armie Hammer ha rotto i rapporti con la sua agenzia e con il suo ufficio stampa

Nelle ultime settimane si sta molto parlando dei messaggi che l’attore Armie Hammer avrebbe inviato sulla messaggistica privata di vari social ad alcune donne. Nei messaggi si leggono frasi nelle quali l’attore afferma desideri cannibali e altre ossessioni nei confronti delle sue interlocutrici.
Armie Hammer ha varie volte dichiarato che tutti i messaggi simili circolati sui social sotto suo nome sono falsi, ma ha dovuto abbandonare il proprio ruolo in due produzioni alle quali era in procinto di partecipare.
Stando a quanto riportato dall’Hollywood Reporter l’agenzia di Armie Hammer, la WME, avrebbe troncato ogni rapporto con l’attore che, ad oggi, si trova senza alcun agente a rappresentarlo.

Le accuse rivolte ad Armie Hammer, corredate di immagini, hanno trovato seguito anche fra le persone che sono state vicine all’attore.
La sua ex-moglie, Elizabeth Chambers, ha rotto il silenzio sulla vicenda e ha pubblicato, qualche giorno fa, un post su Instagram nel quale si dichiara scioccata dalla vicenda:

https://www.instagram.com/p/CKwy_NvF0_0/

Per settimane ho cercato di elaborare tutto ciò che è accaduto. Sono scioccata, affranta e devastata. Cuore spezzato a parte, sto ascoltando e continuerò ad ascoltare e a informarmi su queste delicate questioni. Non mi rendevo conto di quanto non sapessi. Sostengo qualsiasi vittima di aggressione o abuso e invito chiunque abbia provato questo dolore a cercare l’aiuto di cui ha bisogno per guarire. In questo momento non commenterò ulteriormente la questione. La mia unica concentrazione continuerà a essere sui nostri figli, sul mio lavoro e sulla cura durante questo periodo incredibilmente difficile.”

Armie Hammer, a seguito delle accuse, ha interrotto i rapporti anche con il proprio ufficio stampa. Sono tre i film che usciranno nei prossimi mesi che lo vedono nel cast e le case di produzione stanno cercando di elaborare alcune strategie per far sì che la presenza dell’attore, nell’occhio del ciclone, non possa danneggiare, in qualche modo, l’esito commerciale dei film.

Questa e altre notizie su CiakClub.it

 

Facebook
Twitter