Anne Heche è morta: l’attrice americana aveva 53 anni

Nella giornata di ieri è giunta una notizia che tutti speravano di non sentire. Le macchine che tenevano in vita Anne Heche sono state staccate dopo che l’attrice è stata dichiarata cerebralmente morta. Anne Heche era entrata in come a seguito di un incidente avvenuto il 5 agosto che ha visto l’auto dell’attrice schiantarsi a gran velocità contro una casa e prendere fuoco. Ricoverata in terapia intensiva, Anne Heche non è riuscita a sopravvivere.
Le dinamiche dell’incidente che ha portato alla morte l’attrice non sono del tutto chiare e sono attualmente in corso indagini.

Attrice divenuta celebre nel corso degli anni ’90 grazie alla soap opera Destini e a film come Donnie Brasco, Sesso & Potere e il remake di Psycho diretto da Gus Van Sant, Anne Heche è stata per molti anni al centro delle riviste di gossip americane per le sue relazioni sentimentali e per il suo privato burrascoso. Anne Heche ha avuto modo di cimentarsi anche nella regia dirigendo film televisivi e documentari nei primi anni 2000 e ha preso parte a numerose serie televisive fra le quali ricordiamo, oltre alla già citata Destini, Ally McBeal, Men in Trees, Hung e l’ultima sua apparizione sullo schermo, All Rise.

Nel comunicato che annuncia il suo decesso si legge così:

“Anne aveva un cuore enorme che è arrivato a tutti coloro che l’hanno incontrata perché aveva un’anima generosa, persino più grande del suo straordinario talento, il suo lavoro nel mondo era diffondere gentilezza e gioia, oltre che accettazione dell’amore in qualunque forma. La ricorderemo sempre per la sua onestà coraggiosa e la sua luce mancherà molto.”

La notizia della morte prematura dell’attrice, avvenuta a 53 anni, ha sconvolto gli Stati Uniti e sono molteplici i messaggi di cordoglio pubblicati sui social da personalità del mondo dello spettacolo. Non mancano però anche messaggi che pongono attenzione sulla decisione dell’ospedale in cui era stata ricoverata, presa in accordo con la famiglia, di staccare le macchine che tenevano ancora in vita, anche se dichiarata cerebralmente morta, Anne Heche.

CiakClub.it

Facebook
Twitter