Alessandro Borghi ha un orgasmo nel poster della serie su Rocco Siffredi

Netflix ha appena annunciato la data d’uscita ufficiale della nuova serie Supersex con un poster ad hoc. La serie in sette episodi con protagonista Alessandro Borghi nei panni della star del mondo del porno, Rocco Siffredi ripercorre la vita dell’attore dall’infanzia fino agli esordi nel mondo del porno.
Alessandro Borghi e il cast della serie Supersex

Supersex è la nuova serie Netflix con protagonista Alessandro Borghi nei panni della star del porno Rocco Siffredi. Francesca Manieri (Il primo Re, Smetto quando voglio ah honorem) ha scritto e ideato la serie per The Apartment Pictures e Groenlandia di Matteo Rovere. Netflix ha condiviso oggi, tramite account Twitter, il nuovo, sensuale poster della serie e, finalmente, la data d’uscita. 

La serie (di cui per ora è stata annunciata una stagione composta da 7 episodi), arriva ufficialmente su Netflix il 6 marzo 2024. Il nuovo poster è ovviamente più che rappresentativo del protagonista Rocco Siffredi (Alessandro Borghi – dopo il successo di Suburra e de Le otto montagne, di cui vi abbiamo parlato di recente da Cannes). “Per interpretare Rocco Siffredi ho girato 50 scene di sesso. E’ un ruolo divisivo, l’ho scelto per questo” ha detto Borghi in una recente intervista. 

La serie, ad ogni modo, si concentra non solo sulla carriera del porno divo, ma anche sulla sua infanzia, sulla sua famiglia, sul suo rapporto con le donne, rappresentate emblematicamente, in una figura unica, la madre Lucia (Jasmine Trinca). Nel ruolo di Rocco Siffredi da giovane troviamo Saul Nanni, mentre Adriano Giannini interpreta Tommaso, il fratellastro di Rocco. 

Alessandro Borghi si cimenta dunque in un ruolo diverso, “perché odio il bigottismo del nostro paese e interpretare Rocco mi pareva una grande idea per litigare con tutti” ha detto placidamente l’attore. “Di Rocco, anche quando fa il porno, ci interessa quello che gli succede dentro: per lui il sesso è una via di liberazione dal dolore. Ho giocato con i riferimenti a un altro Rocco, come Rocco e i suoi fratelli, film di Luchino Visconti.. partendo dalle sue origini, dalla morte del fratellino, da ciò che lui stesso ha raccontato. Il porno leva il sentimento, noi ce lo mettiamo”. 

E voi che ne pensate? Che idea vi siete fatti sulla serie Supersex? Vi segnaliamo intanto tutte le uscite Netflix del mese di dicembre.

Facebook
Twitter