Addio Morgan Spurlock, ci lascia a 53 anni il regista del documentario Super Size Me

È morto giovedì scorso, a New York, Morgan Spurlock, documentarista divenuto celebre per il suo lavoro incentrato sul mondo dei fast food. Il successo riscosso lanciò la sua carriera, che lo portò a raccontare diverse storie, spesso con lui come protagonista.
Morgan Spurlock, regista del documentario Super Size Me

Ci ha lasciato all’età di 53 anni Morgan Spurlock, regista del documentario Super Size Me. Spurlock è morto per complicazioni legate al cancro, come confermato dalla famiglia. Il fratello Craig Spurlock, che ha lavorato con Morgan a diversi progetti, lo ricorda come “genio creativo e un uomo speciale”.

L’attore si è spento giovedì scorso a New York a seguito di una battaglia con il cancro. Oltre al celebre documentario sul mondo dei fast food, nel quale Morgan mise a repentaglio la sua salute, il cineasta ha realizzato diversi progetti nei quali portò all’attenzione tematiche importanti, come la guerra nel documentario Che fine ha fatto Osama Bin Laden oppure il legame tra pubblicità e Hollywood in Come ti vendo un film.

Morgan Spurlock: Super Size Me

Spurlock deve la sua notorietà al celebre documentario Super Size Me, candidato ai Premi Oscar nel 2005. L’idea per il progetto venne ispirata da un curioso fatto con protagoniste due ragazze statunitensi che, nel 2002, citarono in giudizio McDonald’s. La storia dell’azienda venne raccontata nel film The Founder con Michael Keaton, che prestò tornerà in Beetlejuice 2, del quale trovate qui il trailer. Le due ragazze accusarono la compagnia di essere la causa principale della loro obesità. L’azienda rispose che non vi erano prove che una dieta giornaliera a base di prodotti del loro fast food fosse in qualche modo nociva.

Ecco che Morgan, spinto dal desiderio di testare quanto detto dalla compagnia, decise che per un mese avrebbe mangiato solo cibo del McDonald’s e solo menù Super Size. Insieme alla sua fidata macchina da presa, l’uomo raccontò la sua esperienza giorno per giorno e raccolse il tutto nel documentario citato poc’anzi. Il film ebbe un’enorme successo, incassando 20 milioni di dollari a fronte di un budget di 60 mila, diventando uno dei film documentari di maggior successo nella storia del cinema.

A seguito dell’uscita del film, McDonald’s decise di togliere i menù Super Size, sostituiti poi con delle opzioni più bilanciate. Nel 2017 venne distribuito Super Size Me 2: Holy Chicken!, nel quale Morgan ripetè l’esperimento, concentrandosi sull’industria del pollo e su come il settore sia cambiato rispetto ai tempi del primo documentario, sviluppando un’analisi sull’imprenditoria del settore, compresi i lati oscuri, come hanno fatto i 10 film in questa lista.

Facebook
Twitter