E’ morto Carlo Sabatini, voce di zio Phil in Willy, il principe di Bel-Air

Si è spento il 10 aprile all’età di 88 anni appena compiuti l’attore e doppiatore Carlo Sabatini.
Attivo come attore sin dagli anni ’50, quando comparve nel celebre Senso di Luchino Visconti aveva, nel corso degli anni, alternato sporadiche comparse in film ed in televisione all’attività di doppiatore.
A dare la notizia della sua morte è stato il figlio Gabriele Sabatini, anch’egli doppiatore, sui suoi profili social.

Sarà nota sicuramente ai più la voce di Magneto, villain degli X-Men interpretato, nella saga cinematografica, dall’attore britannico Ian McKellen. Sabatini fu doppiatore dell’attore per tutti i film della saga oltre che per Restoration – Il delitto e il castigo.
Carlo Sabatini prestò la sua voce anche a Morgan Freeman in uno dei film più apprezzati della storia del cinema, Le ali della libertà di Frank Darabont.

Carlo Sabatini ebbe inoltre l’occasione di lavorare più volte con Luchino Visconti e, oltre all’apparizione nel già citato Senso, comparve anche nell’episodio diretto dal regista meneghino in Boccaccio ’70 e doppiò Alain Delon ne Il Gattopardo, altro noto film di Visconti.

Carlo Sabatini prestò inoltre voce a Marlon Brando in In Fuga con il malloppo, ad Harvey Keitel in Copkiller e in Dal tramonto all’alba, a Bruce Lee in I 3 dell’operazione Drago e a Peter Falk nel cult La storia fantastica.
La voce di Carlo Sabatini resterà però indissolubilmente impressa nella mente di moltissimi telespettatori per esser stata quella dello zio Phil, interpretato da James Avery, nella serie che ha accompagnato una generazione Willy, il principe di Bel-Air.

Con Carlo Sabatini se ne va uno dei più capaci doppiatori della storia del cinema italiano che ha contribuito a creare il “mito” del doppiaggio italiano, un doppiatore che ha attraversato generazioni e che ha donato la sua voce ad alcuni dei personaggi più memorabili della storia del cinema e della televisione.

Questa ed altre notizie su Ciakclub.it

 

 

Facebook
Twitter