I 30 film preferiti di Bong Joon-ho, regista di Parasite

Bong Joon-ho è probabilmente il regista che più sarà ricordato di questo strano 2020. La sua clamorosa vittoria agli Oscar con Parasite, primo film non anglofono a vincere il premio al Miglior Film, ha contribuito a far accendere i riflettori su una cinematografia, quella sud-coreana, che negli anni 2000 ha conosciuto un vero e proprio boom creativo.
In un’intervista rilasciata a IndieWire Bong Joon-ho ha stilato una lista di quelli che sono i suoi film preferiti. Fra nomi di grandi classici del cinema americano e europeo e nomi a noi occidentali meno noti, la lista contiene una serie di film che sicuramente hanno ispirato il regista di Parasite.

1) I 400 colpi (1959) di François Truffaut

2)  La ballata di Narayama (1958) di Keisuke Kinoshita

3) Essere John Malkovich (1999) di Spike Jonze

4) Città dolente (1989) di Hou Hsiao-hsien

5) Cure (1997) di Kiyoshi Kurosawa

6) Fanny & Alexander (1982) di Ingmar Bergman

7) Un tranquillo weekend di paura (1972) di John Boorman

8) Fargo (1996) dei fratelli Coen

9) La grande fuga (1963) di John Sturges

10) Hanyo (1963) di Kim Ki-young

11) Desiderio d’omicidio (1964) di Shohei Imamura

12) Ieoh Island (1977) di Kim Ki-young

13) Dolce è la vita (1990) di Mike Leigh

14) Lola Montès (1955) di Max Ophlus

15) Mad Max: Fury Road (2015) di George Miller

16) L’uomo che cadde sulla Terra (1976) di Nicolas Roeg

17) Midsommar – Il villaggio dei dannati (2019) di Ari Aster

18) Nashville (1975) di Robert Altman

19) Psyco (1960) di Alfred Hitchcock

20) Toro scatenato (1980) di Martin Scorsese

21) Rushmore (1998) di Wes Anderson

22) Operazione diabolica (1966) di John Frankenheimer

23) La cosa (1982) di John Carpenter

24) La vita futura (1936) di William Cameron Menzies

25) L’infernale Quinlan (1958) di Orson Welles

26) Diamanti grezzi (2019) dei fratelli Safdie

27) La vendetta è mia (1979) di Shohei Imamura

28) Vite vendute (1953) di Henri-Georges Clouzot

29) Wendy and Lucy (2008) di Kelly Reichardt

30) Zodiac (2007) di David Fincher

La lista, molto variegata, comprende film importantissimi nella storia del cinema americano come i film di Orson Welles, Robert Altman, Alfred Hitchcock e Martin Scorsese che sono diventati dei grandi classici, ma anche film americani più recenti come Diamanti grezzi e Midsommar, usciti solo lo scorso anno. In testa a tutti nelle preferenze di Bong Joon-ho c’è probabilmente il film più importante della nouvelle vague, I 400 colpi del maestro François Truffaut.
Interessante è notare nomi forse a noi poco noti come quelli di Shohei Imamura e
Kim Ki-young, due dei maggiori maestri del cinema giapponese e sud-coreano che sono stati sicuramente molto importanti per la formazione di Bong Joon-ho, ma anche nomi di registi giapponesi a lui contemporanei come Kiyoshi Kurosawa od Hou Hsiao-hsien.

Conoscete tutti i film nella lista? Fatecelo sapere nei commenti.

Questa e altre notizie su CiakClub.it

Facebook
Twitter