La nuova serie Netflix di Mike Flanagan, La caduta della casa degli Usher, adatterà vari racconti di Edgar Allan Poe.

C’è grande attesa per la terza stagione della serie antologica di Netflix prodotta e diretta da Mike Flanagan, “seguito” di The Haunting of Hill House e The Haunting of Bly Manor, che sarà intitolata La caduta della casa degli Usher.
La serie horror prende il titolo dal celebre racconto di Edgar Allan Poe da cui sono stati tratti anche vari adattamenti cinematografici, ma, secondo quanto dichiarato a /Film da Henry Thomas, attore che fa parte del cast della serie, il materiale narrativo di La caduta della casa degli Usher sarà più vasto:

“[Quelle di Mike Flanagan, n.d.r.] sono tutte e tre serie limitate basate sulle opere letterarie di un autore. Shirley Jackson per Hill House, Henry James e i suoi racconti per Bly Manor e anche La caduta della casa degli Usher è un’antologia delle opere di Edgar Allan Poe raccontata sullo sfondo del racconto omonimo. Ogni episodio è uno, due, o un insieme di racconti brevi di Edgar Allan Poe. I vari personaggi della serie sono basati su diversi personaggi dei suoi racconti e dei suoi altri lavori. Sarà davvero forte, è una commedia dark e credo che sarà qualcosa di cui il pubblico rimarrà molto soddisfatto.
La cosa bella è che Mike Flanagan ha girato tutti gli episodi della serie assieme a Michael Filmognari, che è stato a lungo il suo direttore della fotografia. Penso che verrà davvero bene.”

Nel cast di La caduta della casa degli Usher, al fianco di Henry Thomas, saranno presenti anche Mark Hamill, Mary McDonnell, Carl Lumbly, Willa Fitzgerald, Kate Siegel, Rahul Kohli e Zach Gilford.
Nel cast della serie era presente, in origine, anche Frank Langella, ma l’attore è stato licenziato a causa di comportamenti inopportuni tenuti sul set.

LEGGI ANCHE  Dune di Villeneuve, parla l'art director: "Siamo sui livelli del Signore degli Anelli"

Per altre notizie sul mondo delle serie tv e del cinema continuate a seguirci su CiakClub.it

 

Arturo Garavaglia

Arturo Garavaglia

Grande appassionato di cinema orientale, apprezzo film di ogni tipo e di ogni genere, dai cult ai "mattoni" filippini. Non bisogna mai porre limiti alla propria curiosità e lasciare che i pregiudizi ci influenzino.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments